whois e riservatezza

Silvio Porcellana silvio a NOMITALY.IT
Ven 24 Gen 2003 11:25:38 CET


Salve
dopo mesi di lurking vorrei buttare lí i miei 2 eurocent in questa
discussione...

Penso che il problema di WHOIS e privacy sia piuttosto serio, e
probabilmente in futuro sará affrontato con maggiore attenzione dal Garante.

Nel frattempo peró mi chiedo perché non dovrebbe essere attuabile la
soluzione - per i clienti piú interessati a proteggere la propria privacy -
di indicare i contatti (non il nome e, nel caso di un privato, il codice
fiscale) del Maintainer: insomma, é possibile avere un modulo tecnico (e
quindi una query whois) in cui il nome (e il cf) sia quello del legittimo
proprietario ma tutti gli altri dati (indirizzo, telefono etc.) del
maintainer?
Ovviamente le possibili contestazioni (da parte di un maintainer diventato
improvvisamente "cattivo") sarebbero evitate sia perché il nome (e il cf)
sono del proprietario, sia perché in fase di registrazione del dominio
verrebbe stipulato un accordo in cui il maintainer rinuncia a qualsivoglia
diritto sul dominio.

Mi chiedo: questa strada é praticabile, dal punto di vista legale
(ovviamente dal punto di vista tecnico sí, mettere un dato o un altro non
cambia un cappero...)? E soprattutto, pensate che sia una soluzione magari
temporanea ma quantomeno efficace per risolvere questo problema di WHOIS e
privacy?

Saluti a tutti, e grazie per l'attenzione.
Silvio Porcellana

----- Original Message -----
From: <lawfirm a ANDREAMONTI.NET>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Friday, January 24, 2003 6:12 AM
Subject: whois e riservatezza


> Salve,
> una possibile soluzione al problema whois potrebbe essere quella
> (peraltro in giro da tempo e apprezzata dal Garante per i dati
> personali) dell'anonimato protetto.
> In altri termini, i dati sul whois sono riservati. Ma se uno ha
> bisogno di sapere chi abbia registrato un dominio, il NIC (o chi per
> lui) a fronte di una richiesta scritta provvede - senza entrare nel
> merito - a comunicare i risultati.
> E' una soluzione burocratica, mi rendo conto, ma credo possa
> scoraggiare i "malintenzionati" che sono costretti a "lasciare
> traccia" del loro passaggio.
> Saluti.
> Andrea Monti



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe