registrazioni illimitate? [rispedizione]

Marco d'Itri md a LINUX.IT
Dom 9 Mar 2003 17:14:14 CET


On Mar 09, "avv.gianluca navarrini" <avv.navarrini a TIN.IT> wrote:

 >> No, nessuna confusione. Il mio punto è che è impossibile limitare il
 >> cybersquatting in questo modo perché chiunque può creare società ad hoc
 >> per farlo (la norma proposta non prevedeva nessun tipo di controllo
 >> sulla legittimità dei registranti).

 >Ma, così ragionando, non è possibile neppure prevenire/limitare gli
 >incidenti stradali; però si possono prevedere delle sanzioni per chi li
 >provoca. Queste possono indurre l'automobilista a maggior prudenza (è la
 >cosiddetta funzione preventiva "generale" della pena).
Appunto, si sanzionano a posteriori. Questo non c'entra niente con la
norma proposta, che impone un limite al numero di registrazioni
possibili.

 >L'accaparramento dei nomi a dominio forse non si può prevenire, ma occorre
 >dire chiaramente che è vietato se lo si vuole sanzionare nel momento in cui
 >lo si scopre.
Come proponi di identificare i casi in cui vengono usati prestanomi o
società create ad hoc per aggirare l'ipotetico limite di 100 domini?

Ma soprattutto, perché pensi che valga la pena di preoccuparsene ora,
quando ormai chi ha potuto si è già accaparrato tutto ciò che ha voluto,
e chi non è stato d'accordo ha già usato le MAP?

--
ciao,
Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe