R: bulloneria

Stefano Cecconi - Aruba.it stefano.cecconi a STAFF.ARUBA.IT
Lun 10 Mar 2003 15:17:32 CET


>>l'intelligenza degli interlocutori viene sottovalutata!
>>Eccone un esempio lampante:
>| From: Stefano Cecconi - Aruba.it stefano.cecconi a STAFF.ARUBA.IT Io
>| propongo di togliere la limitazione anche per i privati, vedrete
>che le registrazioni rimarranno praticamente le stesse.

Non vedo dove dovrebbe pungere il tentativo di stoccata : se una persona
fisica vuole registrare 3 domini, si puo' stare tranquilli che
registrera' 3 domini. Che usi il nome della moglie e di tutta la
famiglia, che li faccia intestare al provider o che riesumi 4 o 5 morti
per farlo non cambia la sostanza : voleva x domini ed ha registrato x
domini. Lo sappiamo tutti, o almeno lo sanno quelli che registrano.

Non c'e' stato fino ad oggi un caso in cui non abbia visto un nostro
cliente con la lar respinta per il fatto di avere gia' un .it assegnato
che non abbia trovato il modo di registrarlo ugualmente.

Fare finta che non succeda : questo e' un insulto all'intelligenza.

Se volete stare qui a parlare di massimi sistemi e di ideali mondi
perfetti, fate pure.
Non vi stupite pero' che si senta l'esigenza di cambiare la NA con
qualcosa di meglio (che poi ci si riesca e' tutto un altro discorso).

>Leggendo la frase seguente, direi che tu sei il primo!

Distinguiamo i due tipi di arroganza : che io sia palesemente antipatico
l'ho sempre saputo, ma non ha nessuna importanza ne' attinenza con la
sostanza del discorso.
Spesso pero' rimango antipatico perche' dico alla gente cio' che non si
vuol sentir dire (ma che purtroppo per loro dico cose vere).

Che la NA si *arroghi* il diritto di stabilire che gli italiani hanno un
livello "troppo basso di conoscenza" (conoscenza di che poi?) e' una
cosa imperdonabile.

Che la NA faccia le regole non per "limitare" il numero di registrazioni
sul cctld .it e' una cosa non arrogante, ma stupida. Le scelte ormai
sono varie e valide, semplicemente un utente che vuole un dominio lo
prendera' su un TLD diverso.

Il sistema dei DNS e' sempre lo stesso, il "disordine e' sempre lo
stesso" (a meno che non si parli solo del DNS del nic.it).

Non vogliamo registrare i .it? Ok, manderemo piu' soldi a chi non ne ha
bisogno. Non ci vedo pero' grossi vantaggi per nessuno di noi.

>lo si potrebbe facilmente dedurre dal numero dei domini
>che hanno registrato da te!

Io lo vedo in maniera diametralmente opposta : che non si facciano
prendere in giro da chi fa pagare la registrazione di un .it 200 euro (o
molto di piu') e' un chiaro segno di intelligenza.

>se la tua non e' arroganza,
>come la vogliamo chiamare?

La mia sara' cosa vi pare, rimane il fatto che si sta a guardare la
forma, il lessico, la grammatica, la punteggiatura, ma non i contenuti.

Sindacare su queste cose ha la stessa utilita' della limitazione ad un
dominio per i *soli* privati.

Saluti
==============================
Stefano Cecconi
Technorail s.r.l. - Aruba.it
==============================



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe