Registrazione di IDN

Maurizio Codogno puntomaupunto a TIN.IT
Lun 10 Mar 2003 17:04:57 CET


Tullio:

>No, perche' non pone problemi. Ma una codifica 'xn--' potrebbe porli.
>Ad esempio, xn--unit-8na e xn--unit-3na potrebbero far giustamente
>infuriare quello che ha registrato unita.it, e magari anche quelli
>che hanno indicato che à e á nei domini .it devono essere considerate
>equivalenti.

Stop. Qui si sta parlando di almeno due cose distinte.
- tu stai dicendo che ci vuole un "sunrise period", vale a dire un
periodo in cui chi ha gia` il dominio unita.it ha la prelazione su
xn--unit-8na.it e xn--unit-3na.it. Da un punto di vista generale
posso darti ragione, ma mi pare che alla RA non gliene
importi in realta` un tubo. Basta vedere che non hanno chiesto
di sua sponte - come in fin dei conti avrebbero potuto fare dopo il
MoU - di bloccare questi nomi.
- d'altra parte, gia` oggi ci possono essere quasi coincidenze
(ad esempio, l'ex quotidiano del pci potrebbe essere cercato come
www.lunita.it), senza contare che a questo punto anche unìta.it
potrebbe essere confuso - si` che uno che copiencolla si accorge
dell'accento sulla i. E che si fa, si dice "scegli tu cosa vuoi
prenderti?"
- mi pareva che nella discussione del mese scorso si fosse arrivati
al rough consensus sul fatto che non aveva un grosso senso
affermare che a, à e á siano equivalenti anche solo nei dominii
.it, non foss'altro perche` siamo aperti alle registrazioni dalla
Francia che prende gli accenti molto piu` sul serio di noi.

>Inoltre, se non ho letto male esistono codifiche che,
>pur essendo possibili, contengono caratteri illegali.

ni`, nel senso che non dovrebbe venirti visualizzata nella forma
"pulita".

>Quindi una volta che verranno emanate le regole per disciplinare nel
>ccTLD .it la codifica nei formati stabiliti dalle RFC 3490/1/2, sara'
>possibile registrare la "stringa corrispondente a pubblicità.it", no?

a dire il vero e` sempre stato possibile farlo (non sono mai stati
vietati i nomi con due trattini consecutivi al loro interno) e da
un mese e` anche possibile farlo sapendo che l'IETF ha sancito che
xn--pubblicit-y1a.it verra` letto come pubblicità.it .

Se tu vuoi dire che la NA potrebbe fare (in un futuro non meglio
precisato) delle regole che dicano che non si puo` registrare
la stringa corrispondente a pubblicità.it a meno che chi ha
registrato pubblicita.it non abbia esercitato il diritto di
prelazione, la cosa e` diversa.
Ma se qualcuno ha gia` registrato *oggi* xn--pubblicit-y1a.it,
temo che sara` ben difficile togliergli quel dominio.

>O pensi che il ccTLD .it dovra' ignorare l'ESISTENZA DI UNA CODIFICA
>e continuare a credere che xn--unit-3na.it, registrato dalla ditta
>"Nuova Iniziativa Editoriale srl" non ha nulla a che vedere con la
>parola Unità?

Io questo l'ho fatto notare piu` di un mese fa. Visto che non si e`
mossa foglia, a questo punto dico che l'editoriale l'Unita` si
fara` una bella PDR, cosi` gli enti conduttori saranno contenti.

>(a questo punto dovrei chiedertelo io: scusa, ma non e' che stai
>confondendo il funzionamento del name server con le procedure di
>registrazione di un nome a dominio?

Non credo proprio che alla RA arrivera` mai una richiesta per
unità.it; gli arrivera` una richiesta per xn--unit-3na.it. E
anche se gli arrivasse unità.it, non credo proprio farebbero
nulla.

>perche', guarda, so di darti un dispiacere,

garantisco che continuo a dormire la notte...

> ma la diatriba tra chi
>sosteneva che i nomi a dominio sono solo stringhe di caratteri che
>identificano una macchina - tra cui mi ci metto io, e mi pare ci
>fossi pure tu - e chi invece le associa a marchi, segni distintivi
>e in generale a parole di senso compiuto, e' stata vinta da questi
>ultimi.

E dunque? se c'e` un marchio "unità", il suo possessore si vedra`
riassegnato banalmente il dominio con una veloce PDR.

Non mi pare che pero` ci sia un marchio sulla parola "pubblicità",
ne` un diritto da chi ha registrato pubblicita.it, esattamente come
avere un dominio mariorossi.it non da` nessun titolo su
mario-rossi.it.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe