Sviluppo sostenibile

Marco d'Itri md a LINUX.IT
Mar 11 Mar 2003 15:14:17 CET


On Mar 11, Francesco ORLANDO <tech a RCART.COM> wrote:

 >Perche' non valutare anche la possibilita' di una "conditio sine qua non"
 >che obblighi i privati (o, meglio, gli utenti non-professionali)
 >sia all'utilizzo del servizio di dns secondario offerto dal NIC,
Per esempio perché:
- la qualità del servizio è discutibile
- per usarlo ci sono delle limitazioni tecniche non sempre appropriate
- qualcuno può non essere disposto a distribuire a terzi il contenuto
  della zona

Suggerisco piuttosto un controllo periodico formale sulla correttezza
delle deleghe per *tutti*, secondo i criteri specificati nelle regole di
naming invece di quelli che ha autonomamente deciso la RA.

 >che alla "verifica ed eventuale correzione" dei dati indicati nel NIC-Handle
 >alla scadenza annuale del dominio?
Perché solo per i privati?

--
ciao,
Marco



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe