la RA e gli IDN

Vittorio Bertola vb a BERTOLA.EU.ORG
Mer 12 Mar 2003 12:53:53 CET


On Wed, 12 Mar 2003 11:01:59 +0100, you wrote:

>Ma sulla contituency di questo *popolo della rete* metterei una riserva
>metodologica - perche' forse e' *rappresentabile* perfettamente solo dal
>legislatore eletto a suffragio universale...

Questa e' una discussione molto calda a livello internazionale. Il punto e'
che la rappresentanza diretta degli utenti non serve a sostituire il
governo, che e' il garante del pubblico interesse nel senso piu' ampio, ma a
permettere agli utenti piu' attivi di influenzare direttamente e velocemente
le evoluzioni della rete, e quindi a mantenere vivo quel corto circuito di
"intelligenza ai bordi" e di utenti che diventano istantaneamente e
liberamente produttori di tecnologia e di contenuto, che e' quello che ha
reso Internet unica e l'ha fatta prevalere su tutte le reti tradizionali e
crescere a ritmi mai visti.

>[vs Allocchio]
>> Per cosa, per averci venduti tutti per trenta denari?
>Se ti sembra decoroso, vai avanti cosi'.

Cos'e' che sarebbe indecoroso, dire le cose senza tanti veli e giri di
parole? A me sembra che la vicenda del tavolo dei domini sia molto
"italiana" nel senso deteriore del termine, dove le cose vengono fatte in
segreto, senza trasparenza, e magari anteponendo gli interessi personali e
di breve termine a quelli generali e di lungo termine. A me e' quella che
sembra indecorosa, e scusa se mi permetto di dirlo.
--
vb.               [Vittorio Bertola - v.bertola [a] bertola.eu.org]<------
--------> http://bertola.eu.org/ - Archivio FAQ e molto altro... <--------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe