armani.it (lunga)

Patrizio Menchetti patrizio.menchetti a MENCHLAW.COM
Lun 24 Mar 2003 00:47:32 CET


Signori, con tutto il rispetto qua parlando di violazioni del diritto al nome in una querelle
tra due imprenditori commerciali mi pare che la state facendo un po' fuori dal vaso,
come si dice turpemente in toscana. Quello che segue e' un cut & paste
minimamaente rielaborato di un paio di miei post sulla lista del circolo dei giuristi
telematici

C:\>whois -h whois.nic.it armani.it
Using WHOIS server whois.nic.it, port 43, to find armani.it

domain:      armani.it
x400-domain: c=it; admd=0; prmd=armani;
org:         Timbrificio Luca Armani
descr:       Cartoleria targhe e timbri e commercio all'ingrosso di
descr:       elettrico per insegne luminose.
admin-c:     LA214-ITNIC
tech-c:      FE901-ITNIC
postmaster:  LA214-ITNIC
zone-c:      FE901-ITNIC
zone-c:      AS13854-ITNIC
nserver:     212.183.164.11 ns.interac.it
nserver:     212.183.164.3 ns2.interac.it
nserver:     193.205.245.66  dns3.nic.it
remarks:     Fully Managed
remarks:     Valore contestato / challenged value (19-03-2003)
mnt-by:      INTERACTIVE-MNT
created:     19971024
changed:     fabio a interac.it 20000927
source:      IT-NIC
Quindi, il dominio e' identificativo dell'azienda del sig. Armani e non
del sig. Armani a titolo di privato cittadiino. Dal campo "created" si vede che e' stato
registrato il 24 ottobre 1997, quando sicuramente il marchio Armani gia' godeva di
rinomanza.
Se poi si legge attentamente la sentenza si vede che di marchi del timbrificio non si
parla, e che si inibisce "l'uso della parola "armani" come nome a dominio, ove non
accompagnata da elementi idonei a differenziarla dal marchio "Armani"". In sostanza,
estrapolando, se il signore in questione avesse registrato timbrificiolucaarmani.it
nessuno gli avrebbe potuto chiedere niente. Conoscendo come lavora la D.ssa Geraci,
che contrariamente a quanto starnazzato in lista e' davvero un magistrato molto
preparato (scusate ma i femminili alla ministra li trovo grotteschi), estrapolando da altri
suoi provvedimenti meno noti ma non meno interessanti si puo' pensare che se si
fosse trattato di un dominio non utilizzato nell'ambito commerciale avrebbe anche
potuto respingere la domanda di parte attrice. Qui pero' siamo di fronte ad un utilizzo
del dominio in modo distintivo nel contesto di attivita' imprenditoriale, cari amici, e se il
marchio Armani detenuto dalla Giorgio Armani S.p.A. ha rinomanza, come penso
siaindiscutibile, non mi sembra affatto che questa sentenza sia cosi' peregrina.
Ricordo che c'e' un celebre precedente in Germania (e da quelle parti c'e' una
fortissima protezione del diritto al nome) dove il tribunale decise in modo del tutto
analogo sull'utilizzo  del dominio krupp.de da parte di un'agenzia immobiliare di tale
signor krupp proprio  sulla base della rinomanza del marchio krupp detenuto dai noti
fabbricanti di ferraglia  civile e militare. Sapete bene che io non aderisco alla teoria
marchio uguale dominio, ritenendola una baggianata sia dal punto di vista giuridico
che da quello tecnico, ma e' evidente che se il dominio e' utilizzato in forma distintiva
nel contesto di un'attivita' imprenditoriale il rischio di interferenza con un marchio che
gode di rinomanza c'e'.

Saluti

------------------------------------------------
Patrizio Menchetti
Avvocato
Professore a contratto di diritto commerciale nell'Universita' di Padova
(Master in diritto della Rete)
P.zza S. Babila, 3     I-20122 Milano, Italy
Tel. +390277721511 Fax +390277721515
patrizio.menchetti a menchlaw.com
menchetti a dsi.unipd.it
PGP public key available at http://www.menchlaw.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe