NA ed altri normatori/legislatori/esecutori

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Lun 24 Mar 2003 12:17:24 CET


Come si vede dai molti messaggi che sono stati inviati alla lista nel fine
settimana, il dibattito sul caso del dominio armani.it e' rientrato nei
binari corretti della discussione, grazie sopratutto agli interventi
chiarificatori di molti degli esperti legali presenti (che ringrazio per
aver chiarito a tutti quello che forse non era cosi' chiaro inizialmente).

Questo tipo di discussione tra esperti di vari settori, e' una delle
caratteristiche di maggior valore che ha la lista ITA-PE e la NA in
generale, ed e' una delle motivazioni per cui, anche nelle discussioni sul
futuro assetto degli organi per regolare i nomi a domini, tutti ritengono
necessario conservare questa caratteristica di luogo di confronto. In
particolare in piu' occasioni indipendenti, quando ho posto la esplicita
domanda "ma la NA come assemblea, e la sua lista/forum di discussione?" la
risposta e' sempre stata: "e' uno strumento fondamentale sia di confronto
e controllo pubblico per l'operato del Comitato Tecnico, sia un luogo dove
chi opera negli altri campi legislativi e giudiziari possono portare in
discussione le loro proposte per confrontarle con le opinioni degli
esperti in materia,... ed anche un luogo da cui attingere esperti per
supporto alle  attivita' legilsative e giudiziarie".

Per il caso specifico "armani", dopo che gli aspetti giuridici, mi sembra,
sinano stati perlomeno indirizzati nella giusta direzione di discussione,
quello che la NA puo' indicare e' che ad esempio, sarebbe il caso che, a
parita' di diritto all'uso di un nome, la legislazione sancisse
esplicitamente (oppure tramite l'emissione di sentenza da usare come
modello) che vale il principio "first come, first served", perlomeno per i
nomi a dominio ed altri nomi legati all'uso della rete, proprio perche'
questo principio sulla rete vale esplicitamente. Nel caso specifico
"armani" dalla discussione e' il fatto che il "diritto all'uso del nome"
sia uguale per entrambi i contendenti a non essere considerato valido, e
quindi il principio di precedenza della registrazione viene sopravanzato
da quello della notorieta'. In altri casi puo' non essere cosi'. Quindi
informare "correttamente" una volta stabilite come effettivamente stanno
le cose, il pubblico, questo si che aiuta e fa servizio alla comunita'.

Non serve nemmeno scriverlo nelle regole di assegnazione, anche perche'
c'e' gia' scritto, nella tanta vituperata LAR, che si ritiene di non
ledere diritti di terzi con l'uso del nome che si va a registrare.

Grazie a tutti per la discussione in corso!

A presto
Claudio Allocchio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe