R: E se... (Creare valore, non distruggere)

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Mar 25 Mar 2003 10:33:44 CET


Pierfranco Bini wrote:

> Io sono e resto favorevole (avevo proposto anche .id.it per le persone
> fisiche per evitare omonimie con cognomi divenuti marchi celebri) ma non se
> ne fece niente.
> Se anche introduciamo ora questa modifica come facciamo a gestire il
> pregresso?

Non lo gestiamo.

Apriamo il ramo .tm.it dell'albero, e iniziamo a vedere come reagisce il
mondo esterno, se pian pianino si popola di marchi, perchè i titolari di
marchio riescono a percepirne la valenza, in breve molte (non tutte)
delle questioni si dovrebbero risolvere da sole.

Se una ditta depositaria di un marchio ha registrato il dominio
corrispondente, potrà registrarne il .tm.it e non ci sono problemi.
Se una ditta depositaria di un marchio non lo ha ancora fatto (o è in
causa) registra il .tm.it e risolve la faccenda. Le cause pendenti
perdono di significato (o almeno lo vedono diminuire) e quindi, se
gestite da persone intelligenti, si estinguono.

Rimane, è vero, il problema di Ferrari Spumante vs. Ferrari Automobili,
ma a quel punto, permettetemi, sono problemi loro, e sicuramente non
assisteremo più ad episodi di lotte impari, o di sfruttamento della
notorietà, in entrambi i casi ingiustizie.

Anche perchè non si tratta più di una discussione accademica circa
l'opportunità di aprire ai SLD, ma ormai è una pressante richiesta del
mercato, e volenti o nolenti, dobbiamo dare delle risposte.

Paolo Zangheri



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe