Inizio della Discussione per la preparazione dell'Assemblea

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Dom 9 Nov 2003 17:08:17 CET


ciao Luca,

> Caro Claudio, ti avevo lasciato al Tavolo dei domini ansioso di far partire la
> Fondazione.
> Poi ti ho visto in giro a parlottare con politici e rappresentanti di altri
> ministeri che, avendo capito il personaggio, ti dicevano quello che ti volevi
> sentir dire.

Io, prima di fare certe affermazioni, ci starei attento. Durante la
discussione della bozza di statuto uscita dal Tavolo dei Domini, avevao
detto chiaramente che era necessario che venissero consultati tutti i
ministeri interessati all'argomento, visto che Comunicazioni ha l'incarico
di "vigilare" sull'argomento, ma anche altri ministeri hanno un ruolo
nella questione Internet in generale e quindi anche sui nomi a dominio e
la loro gestione. Visto che comunque il compito era di raccogliere
commenti il piu' possibile ampi, e che non mi sembrava ci fosse tutta
questa attivita' in atto, mi sono dato da fare per fare arrivare i
commenti, comunque utili. A titolo informale, ovviamente.

Vedi, Luca, non sono la persona che ama "sentirsi dire quello che gli
piace", ma che ama sentire i pareri, che siano in accordo o in disaccordo
con quello che mi piace, ma che in questo caso non deve entrare nel gioco.

> Oggi vuoi consegnare la Naming Authority nelle braccia della RA, proprio come
> la RA aveva inizialmente chiesto un paio d'anni or sono (richiesta che, non
> posso non dimenticarlo, suscit˛ le ire di mezza lista).

Ninete di tutto questo: leggi cosa c'e' scritto nel mio mail. Si tratta
di:

 - formalizzare il rapporto tra il CE ed l'organismo che in questo momento
svolge le funzioni di Registro (formalmente IIT/CNR, AKA "RA");

 - procedere in modo che il Registro diventi autonomo, permettendogli
quindi di operare in modo piu' consono a quello che anche gli altri
registri fanno, e liberandosi cosi' da quei vincoli che ora ha;

 - permettere a tutte le componenti interessate di entrare ANCHE nel
Registro, cosa adesso amministrativamente impossibile.

> Io, e parlo come sempre a titolo esclusivamente personale, vorrei sapere se
> sei davvero convinto di imbarcarti in questa nuova impresa.

Non e' nulla di nuovo, se lo guardi correttamente. L'ipotesi di far
partire un "organismo autonomo che inglobi la componente gestione Registro
e quella che fa le regole" non e' affatto nuova. E' la stessa che c'era
dietro la bozza di statuto di fondazione. Visto che questa bozza ha avuto
uno stallo (e mi sembra di averi spiegato le ragioni nel mio mail
precedente) che non sembra facilmente risolvibile, si vede di provare
qualche via alternativa e forse piu' fattibile.

Le obiezioni sollevate all'operazione "fondazione" sono tali che, anche se
non sono un politico, immagino appaiano difficili da ignorare, sopratutto
appunto da chi, come politico, cerca di agire con il consenso e per
dimostrare poi di aver agito per il bene pubblico e con l'approvazione del
pubblico. Quindi, trovare una via alternativa puo' essere utile anche a
chi agisce da politico... per non dire che sarebbe in linea con quanto
viene fatto in molti altri ccTLD.

> Ora, prima di proseguire con i miei commenti, vorrei chiederti: sei sicuro,
> sei *veramente* sicuro che far inglobare la NA all'interno della RA sia la
> strada da seguire?

Nulla di tutto questo, leggi sopra.

> SarÓ questo che proporrai all'assemblea per farti rieleggere?

scusa, ma forse non hai capito che in tutto questo la sola cosa che conta
e' trovare una soluzione che funzioni. Le elezioni del Presidente della NA
non c'entrano nulla, e non ho l'abitudine, non essendo un politico, di
usare argomenti generali per fare giochi personali. :-)

La domanda che andrebbe invece fatta e' "ma che ruolo ha il Presidente di
NA nel nuovo scenario prospettato?"

Non ne abbiamo discusso molto, ma sicuramente credo che debba essere colui
che sorveglia la corretta applicazione dei ruoli, controlla che, anche
nella fase provvisoria di transizione in cui il CE viene "assunto
amministrativamente, una volta nominato, ANCHE come organo interno dello
IIT/CNR", non vi siano sbilanciamenti, e fa da garante, insieme ad altri
ovviamente, dell'evoluzione del sistema verso un soggetto esterno ed
autonomo che comprende di due ruoli. A questo ovviamente si aggiunge il
ruolo da statuto di fare da tramite tra la decisioni del CE e l'opinione
dell'assemblea, e quello di vigilare sull'operato degli Enti Conduttori.

Spero di aver(ti) chiarito l'equivoco

:)

ciao!

Claudio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe