Proposta di Mozione di autoriforma

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Dom 30 Nov 2003 20:59:36 CET


Egregi,

questo la bozza di una ampia e articolata mozione/delibera per la prossima
Assemblea.

Evito di annoiarvi motivando parola per parola, le mie posizioni sono note
(e cmq invio cc le mail con cui partecipo al dibattito appane aperto in
lista soci a isoc.it, dove le ripeto). Chi ha la pazienza di leggere la
proposta, vedrà che, implicitamente, cerco di venire incontro a una varietà
di possibili obiezioni.

Io credo che quella qui presentata sia una proposta ragionevole, che
dovrebbe essere vista come un buon compromesso da tutte le parti (a parte
quella con eccesi di egemonia).

Il tentativo è quello di delineare  un percorso di auto-riforma della NA,
salvaguardandone l'autonomia, accettando il confronto con l'evoluzione
della LIC (= presenza realtà organizzate), rifiutando colpi di mano, e
mostrando comprensione dei problemi istituzionali sollevati o sollevabili
da varie parti.

La proposta cerca di delineare, ma con chiarezza e nero su bianco, una
configurazione di transizione, la quale - da una parte - salvaguardi la
stabilità e il funzionamento del sistema, sia inclusiva di tutte le parti
in causa, e non pregiudichi nessuno dei possibili scenari legittimi.

Nel periodo transitorio, l'Assemblea della NA assumerebbe di fatto il ruolo
di comitato di garanzia e di controllo affinchè il processo di auto-riforma
arrivi a termine senza colpi di mano.

Nel futuro, non escludo che la NA si 'riduca' al Comitato Regole,  venendo
il ruolo di controllo/vigilanza (ri-)assunto, per es., da un potere
pubblico, oppure dall'accordo delle singole associazioni accreditate a
'partecipare' al Comitato Regole.

La mia idea/speranza è che, se si riesce a costituire un Comitato Regole in
modo sensato e sufficiente robusto, qualsiasi prossima evoluzione avrà
difficoltà ad eliminarlo. Il risultato potrebbe essere una difesa
dell'ideale dell'autogoverno di Internet, ma calato in un framework
istituzionale accettabile da tutti.

Le idee alla base della proposta per gestire la transizione sono
essenzialmente cinque:

1) l'indicazione che vi sono quattro 'componenti' della  LIC
('constituency') - utenti, operatori, sviluppatori, gestori di
infrastrutture di rete. Invece del CE prevedo un Comitato Regole
rappresentativo delle Componenti della LIC (3 membri per componente);

2) la costituzione di una Commissione Ristretta di proposta per il rinnovo
dello Statuto della NA, che entro le direttive fissate da questa mozione,
formuli entro circa 4 mesi, i 'dettagli' e le definizioni necessarie per il
punto 1).

Non indico nomi, ma la speranza è  che questa Commisione sia composta dal
Presidente della NA, da un giurista storico della NA (??), da un legale
lato RA, un free lance senza vere appartenenze (.mau, Vittorio, ...), e da
un quinto, che potrei essere io, o un X rappresentativo della stroia
diInternet in Italia.

3) la costituzione di un ufficio di Presidenza, composto da almeno 3 membri
oltre al Presidente, a cui affidare sia la gestione ordinaria e
straordinaria della NA , e - in via transitoria, per un periodo massimo di
6 mesi - la riformulazione, se ritenuta urgente, delle attuali regole di
registrazione;

4) l'incarico alla Commissione Ristretta di richiedere agli organi pubblici
 pareri scritti sullo status giuridico e istituzionale delle attività di
regolamentazione delle registrazine sotto .it.

5) La convocazione di una Assemblea Straordinaria per la prima Settimana di
Giugno 2004.

Grazie dell'attenzione
In ascolto sia di comenti generali, sia di suggerimenti per migliorie
sostanziali, formal-giuridiche o anche solo stilistiche, e ovviamente di
adesioni.

cordialmente
mario




Questo la bozza della proposta di delibera del'Assemblea, versione .1.

______________________

L'Assemblea della Naming Authorithy, riunitasi in Pisa, il 9 Dicembre 2003,

Considerate le proprie funzioni regolamentari nella formulazione delle
regole per la registrazione dei nomi a dominio nello spazio italiano,
secondo protocolli sia IPS sia OSI;

Considerata la propria storia e le fonti della propria legittimità ad agire
come documentate alla pagina http://www.nic.it/NA/nastory.html;

Riconoscendo di agire, pur nell'evoluzione delle proprie modalità
organizzative e nella difesa della propria autonomia, ad-interim, ancora in
attesa delle decisioni dell'allora Commissione
TLC del Ministero PPTT, ovvero di chi ne ha assunto le responsabilità
nell'evoluzione dell'ordinamento giuridico italiano ed europeo;

Considerato che la comunità di sviluppatori, operatori, e utenti Internet
italiana si è ampiamente allargata, e in particolare strutturata in una
varietà di associazioni di varia tipologia;

Valutando urgente indicare criteri secondo cui più la ampia e strutturata
comunità Internet italiana possa partecipare alle proprie attività;

Considerata la propria missione di formulare regole di registrazione che
siano tecnicamente sensate, compatibili ovvero in accordo con gli standard
internazionalmente condivisi, atte ad agevolare  il più possibile sia
l'accesso alla comunicazione in rete senza discriminazioni, in modo
stabile, veloce, equo e libero sia il rispetto e la tutela dei diritti e
degli interessi legittimi legalmente riconosciuti e tutelati tanto degli
operatori e degli utenti quanto di terzi;

Valutando ancora valido e meritevole di rispetto il principio secondo cui
le attività di registrazione, ovvero di Registration Authority, e quelle di
regolamentazione, ovvero di Naming Authority, siano da affidare ad entità
distinte e  reciprocamente autonome;




                         DELIBERA


1. che gli articoli del proprio Statuto concernenti l'elezione, la
costituzione, i compiti, e le responsabilità del Comitato Esecutivo, ovvero
in particolare gli articoli [DA SCRIVERE], sono abrogati;

2. che a tutti gli effetti i membri della NA eletti al Comitato Esecutivo
nella passata riunione plenaria dell'Assemblea sono considerati decaduti
dalle loro funzioni e non sono autorizzati a nessun titolo ad esprimere
pareri, prendere decisioni o partecipare a qualsiasi attività in nome e per
conto della NA;

3. che i rimanenti articoli dello Statuto sono modificati come indicato
nell'allegato A [DA SCRIVERE] di questa delibera al fine di permettere alla
NA di svolgere le sue funzioni senza soluzioni di continuità, limitatamente
a situazioni di urgenza, nei prossimi mesi fino alla prossima riunione
plenaria dell'Assemblea plenaria;

4. che è costituita  una Commissione per l'elaborazione di una proposta di
modifica dello Statuto della NA, composta dal Presidente e da <N2>, <N3>,
<N4>, <N5> i cui compiti, da svolgere entro e non oltre il 1 Maggio 2004,
sono  qui indicati essere:

4.1. precisare, rispetto agli standard internazionali di riferimento, gli
ambiti di competenza propri della NA, ovvero proporre un aggiornamento dei
documenti rilevanti presenti al sito della NA (http://www.nic.it/NA) in un
linguaggio tale da poter essere integrato nel testo dello Statuto;

4.2. formulare distinti criteri, di tipo generale e astratto, in un
linguaggio tale da poter essere integrato nel testo dello Statuto, e tali
che la loro soddisfazione possa plausibilmente, e senza poter dare adito a
discriminazioni o valutazioni inique, essere considerata, ai soli fini dei
compiti della NA e delle competenze nello spazio italano, condizione
necessaria e sufficiente per essere qualificati come:

4.2.1. utente;
4.2.2. entità rappresentativa degli utenti;
4.2.3. operatore;
4.2.4  entità rappresentativa degli operatori;
4.2.5  entità dedita, primariamente in ambito italiano, alla elaborazione
e/o allo sviluppo e/o alla promozione e/o alla diffusione e/o alla adozione
e/o alla divulgazione,  di standard internazionalmente condivisi per la
comunicazione in rete;
4.2.6. entità, pubblica o privata, con rilevanti responsabilità nel
quotidiano funzionamento delle infrastrutture di rete in Italia;

4.3. formulare una proposta articolata di integrazione  dello Statuto che
fissi la composizione, la durata, i compiti e le responsabilità, le
modalità di nomina e di revoca dei menmbri, le modalità e le procedure di
funzionamento, convocazione, pubblicità e verbalizzazione, e qualsiasi
altro aspetto verrà ritenuto necessario precisare statuariamente, di un
nuovo organo della NA, secondo le seguenti direttive:

4.3.1 il nuovo organo sarà denominato Comitato Regole;

4.3.2 i compiti e le responsabilità del nuovo organo saranno limitati alla
formulazione delle regole di registrazione, come precisate dalla stessa
Commissione secondo le indicazioni del precedente punto 4.1;

4.3.3. il nuovo organo sarà composto da 12 membri e le modalità di nomina e
revoca saranno tali che, secondo i criteri e le definizioni che la stessa
Commissione formulerà secondo le indicazioni del precedente punto 4.2,

4.3.3.1. sarà prevista una equa e chiara procedura di accreditamento delle
entità che ritengono di soddisfare i criteri per i casi dei precedenti
punti 4.2.2., 4.2.4., 4.2.5, 4.2.6; e

4.3.3.2. tre posti saranno riservati agli utenti, tre posti saranno
riservati  agli operatori, tre membri saranno indicati, secondo criteri di
competenza scientifica, dalle entità di cui al precedente punto 4.2.5, tre
membri saranno indicati, anche a rotazione, dalle entità di cui al
precedente punto 4.2.6;


4.4. richiedere alle autorità pubbliche competenti, o almeno non ovviamente
incompetenti, e rendere noto alla lista NA nelle modalità concordate con
l'interlocutore, uno o più pareri sulla possibile migliore configurabilità
istituzionale e giuridica, all'interno del nostro attuale ordinamento,
delle attività di formulazione e stipulazione delle regole di registrazione
di nomi a dominio nello spazio italiano;

5. che nel periodo dal 1 Maggio 2004 al 1 Giugno 2004 il presidente si
adopererà per la più ampia discussione delle proposte della Commissione
Ristretta e che la prossima riunione plenaria dell'Assemblea è convocata
per il primo Lunedì non festivo di Giugno, alle ore 9.00 in prima
convocazione, presso la sede che il Presidente comunicherà non oltre il 15
Maggio 2004.

Allegato A: DA SCRIVERE: Deve contenere le modifiche rese necesarie
dall'abrogazione del CE, la costituzione di un Comitato di Presidenza di 3
membri, con responsabilità di amministrazione ordinaria e straordinaria, le
modalità con cui tale Presidente + Comitato possono emendare le regole di
registrazione, in casi di urgenza, nel periodo transitorio.

FINE.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe