OT was:[Re: sempre telecom e la posta]

Francesco ORLANDO tech a RCART.COM
Dom 12 Ott 2003 03:01:48 CEST


Salve a tutti,

----- Original Message -----
From: Francesco Gradozzi <gradozzi a studiolegaleborgiani.it>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Fri, 3 Oct 2003 11:16:36 +0200
Subject: Re: sempre telecom e la posta
>
> Nel sito di "servizio" della Telecom (http://info.flexmail.it/istruzione_outlook.htm) la data del 30.11 viene espressamente citata...
>

la pagina indicata non e' piu' raggiungibile,
ma e' stata rimpiazzata da una pagina raggiungibile direttamente dall'indirizzo
http://info.flexmail.it/

ne cito testualmente i punti che sono stati oggetto di proteste da parte di alcuni colleghi,
cosi' come sono visibili nel momento in cui vi scrivo...

###
I clienti che utilizzano i nostri server per inviare posta con account e-mail di altri provider devono verificare la configurazione dei loro programmi di gestione della posta, in modo che sia attivato il meccanismo di "autenticazione del server smtp", ossia verificare che siano impostate anche per le mail in uscita le corrette userID e password. Le UserID e password da utilizzare sono quelle contenute nella comunicazione inviata all'attivazione del servizio ADSL relativamente al servizi associati a Smart, Speedway o Neteconomy ed utilizzate per l'accesso alle pagine di amministrazione del sito http://admin.191.it .
...
###
mi sembra abbastanza chiaro cosa si intende comunicare
e mi sembra anche ovvio che non si possano utilizzare user-id e password fornite da "terze parti"... :-)
questo, cmq, NON esclude la possibilita' di inviare posta *impostando* un indirizzo di posta elettronica
che non e' fornito da Telecom.... e questo e' un bene
purtroppo, questo NON esclude nemmeno la possibilita' di impostare un indirizzo di email *falso*,
dato che, sicuramente, NON e' possibile verificarne l'esistenza.... e questo e' un *male*

il documento continua cosi:
###
Sono ovviamente esclusi da tale modalitą di utilizzo i clienti che hanno sottoscritto contratti ADSL di sola connettivitą (senza servizi mail). Tali Clienti si dovranno rivolgere ai loro provider di servizi e-mai per le informazioni necessarie alla configurazione dei programmi di gestione della posta.
###
piu' chiaro di cosi'!!!
mi sembra assurdo, da parte di questi clienti, il voler *pretendere* la possibilita' di utilizzare un servizio che NON hanno pagato
e NON e' previsto dal Contratto che hanno sottoscritto!!!
... c'e' ancora qualcuno in giro che legge i *Contratti* che sottoscrive?

continuo a citare testualmente:
###
Vi informiamo che la possibilitą di invio della posta di altri provider da parte dei server di posta Telecom  (possibile attraverso il suddetto meccanismo dell'autenticazione) a causa di potenziali problemi di sicurezza della piattaforma di mail, sarą consentito in misura temporanea, fino a successiva comunicazione
###
questo, invece, non *mi* e' chiaro....
cosa' vorra' dire "misura temporanea"?
apprezzo cmq il fatto che, alla prossima occasione,
avvertiranno i loro clienti... ;-)

apprezzo sicuramente il riferimento "a causa di potenziali problemi di sicurezza della piattaforma di mail"
anche se, da tecnico, avrei scritto: *per evitare potenziali problemi di sicurezza*...

non credo che l'autore del documento [E.L.G.] debba essere necessariamente un tecnico,
essendo il documento [scritto in Word] in questione rivolto ai clienti....

la cosa che piu' mi infastidisce (ma questo e' solo un mio problema ;-)
e' che, dato che possono contare fra le loro fila,
su di una persona che, sicuramente, avrebbe trovato le "parole giuste", pur essendo """solo""" un tecnico,
non l'abbiano interpellato *prima* di pubblicare il documento su internet....

.mau.,
perche' non ti fai un giro ai "piani alti" e racconti loro come *dovrebbero stare* le cose?
...vedila come una "missione" per conto di NA, dato che ne sei anche il vicepresidente...

immagino che tu non possa rispondere per conto di Saritel,
ma posso anche presumere che, per evitare futuri problemi con i "loro" clientii,
per una volta potrebbero anche ascoltare la tua opinione...

>
> speriamo non sia vero, altrimenti sarą necessario cambiare il fornitore del servizio ADSL.
>

non e' un po' **drastica** come soluzione?

almeno da un avvocato,
mi aspetterei che leggesse *tutte* le "postille" prima di firmare qualsiasi Contratto...

se un *servizio* non e' **espressamente previsto** da un Contratto...
... era forse previsto "implicitamente"?
io ne dubito!
(..mi fermo, perche' questa NON e' la mia materia! :-)

>
> Saluti.
>
>FG
>

saluti
Francesco ORLANDO



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe