Eleggere chi per fare che cosa ?

Control C master a CHIARI.NET
Mer 15 Ott 2003 14:10:39 CEST


L' O.d.G. prevalente, se non unico, e comunque sinora emerso, da parte
di chi ha promuove e appoggia l' autoconvocazione, e' una fondamentale
critica per gestione a Claudio Allocchio, con positiva proposta di
candidatura alternativa [Maurizio Codogno].

Propongo di non occupare tutta la banda per i varii flames personali e
verificare dove c' intendiamo, e dove ci differneziamo, sulle questioni
di merito.
Convinto che quelli statutarii sono strumenti a valle per risolvere
problemi.

Per me i problemi piu' macroscopici [tagliati giu' con l' accetta] sono:

1. Debole espansione dei nomi a dominio [e servizi correlati] in Italia:
rif. la difficolta' di raggiungere la milionata rispetto alla decina di
milioni che sommano Germania+Inghilterra.

2. Debole penetrazione dei nomi a dominio [e servizi correlati] nella
Pubblica Amministrazione: non faccio riferimenti statistici - ho gia'
scritto un paio di documenti in proposito di PA e Scuola e la realta' la
abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni.

Per me la *debole espansione* e' cosi' radicata che configura una
*recessione del trend* e non esclude, ma non esclude proprio, una
relativa disaffezione dall' *installato*.

3. In generale business e cultura della rete di reti sono sotto
pressione per varii fattori: quota parte della generale recessione,
impreparazione della classe politica a investire in modo programmato le
tasse dei cittadini sul sistema internet; organizzazione crescente delle
patologie della rete; psico-patologia dei mass-media (vedi tutta la
gestione mediatica leggermente schizofrenica [medium<>messaggio) circa
la *pornopedofilia su Internet*)

C' e' una grana poi NOSTRA, un preciso luogo dove la RESPONSABILITA' e'
NOSTRA.

4. La divaricazione degli istituti di rete [RA e NA] ha prodotto un
COMPROMESSO [l' obsoletissimo MoU] come pura garanzia di sopravvivenza
di NA e obbiettiva inerzia nella produzione di Regole [dilazione su: sld
EDU.IT. ORG.IT; discriminazione fra persone giuridiche e fisiche; IDN;
revisione LAR ecc.].

Il combinato disposto fra questo e la recente assunzione di
responsabilita' VIGILANTE di Min. Comunicazioni sui nomi a dominio - fa
cadere una decisiva premessa formale di co-GESTIONE della visione nota
col nome di Fondazione.

CI resta dunque addosso tutta la responsabilita' di far ripartire il
processo di sviluppo delle regole di naming per l' internat italiano.

Ci resta addosso, a 'sto punto, e se non siamo pirla, tutta la
responsabilita' di fare convergere !ieri! gli istituti di rete: e di far
corrispondere ad un Registro veramente unitario una adeguata
interlocuzione con gli operatori economici, oltre che istituzionali.

L' unica' variabile [under construction] veramente nuova e' la
operazione [Bruschi] di mettere a raccolta i MNT italiani in un
coordinamento dei contributori. Era ora.

Giorgio Giunchi
:::::::::::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe