testo integrale tuttopmi.it

Gian Carlo Ariosto ariosto a WINCOM.IT
Dom 28 Set 2003 14:40:50 CEST


At 17.00 26/09/03 +0200, Raimondo Bruschi wrote:
>I clienti che utilizzano i nostri server per inviare posta con altri
>account di e-mail non gestiti dalla nostra piattaforma, potranno continuare
>a farlo fino al 30 novembre 2003: per fare ciò dovranno configurare i loro
>programmi di gestione della posta in modo da attivare il meccanismo di
>“autenticazione del server smtp”, ossia impostare le userID e password
>(assegnate alla sottoscrizione del servizio ADSL), anche per le mail in
>uscita.  Ovviamente potranno continuare ad utilizzare gli altri account di
>mail configurando direttamente i Server di posta del provider dell’account
>stesso, se da questi consentito.

Questi sono gli headers di un messaggio di prova inviato da Eudora 6 con la
nuova funzione Relay Personality:

Return-Path: <consultl a tiscali.it>
Delivered-To: wincom-it-ariosto a wincom.it
Received: (qmail 2389 invoked from network); 28 Sep 2003 11:27:55 -0000
Received: from unknown (HELO smtp1.libero.it) (193.70.192.51)
   by 195.110.123.153 with SMTP; 28 Sep 2003 11:27:55 -0000
Received: from asus.libero.it (62.98.11.16) by smtp1.libero.it (7.0.020-DD01)
         id 3F6F0E4800288FF3 for ariosto a wincom.it; Sun, 28 Sep 2003
13:28:24 +0200
Message-Id: <6.0.0.22.0.20030928111404.0283ed38 a pop.tiscali.it>
X-Sender: consultl a pop.tiscali.it (Unverified)
X-Mailer: QUALCOMM Windows Eudora Version 6.0.0.22
Date: Sun, 28 Sep 2003 11:14:21 +0200
To: ariosto a wincom.it
From: Gian Carlo Ariosto <consultl a tiscali.it>
Subject: test
Mime-Version: 1.0
Content-Type: text/plain; charset="us-ascii"; format=flowed

Questo invio non era autenticato (per inviarlo ho usato il server SMTP di
Libero, che non richiede autenticazione) ma non cambia nulla: Eudora non ha
usato il server SMTP predefinito per quella casella (ovviamente quello di
Tiscali), ma ha usato quello di un'altra casella (di Libero) impostata come
Relay Personality. Se fosse stata richiesta l'autenticazione, essa sarebbe
avvenuta automaticamente con username e password di quella casella di
Libero, ma X-Sender e From sarebbero stati quelli di Tiscali (al posto di
"Unverified", nel campo X-Sender ci sarebbe "Verified as...").
Tutto cio' e' assolutamente normale, in particolare se il dominio del
mittente e' registrato presso un MNT che non offre connettivita' e quindi
non offre servizio SMTP (come wincom.it, e come moltissimi altri domini
registrati in Italia, non solo .it). Per Telecom, e' normale solo fino al
30 novembre 2003, poi diventa una cosa da evitare (ma perche'?).
Se in ufficio avessi una ADSL di Telecom, da dicembre non potrei piu'
inviare posta dal dominio wincom.it: per fortuna ho una ADSL di Wind...


Cordiali saluti.
Gian Carlo Ariosto

  /*\  .. . . . . . . . . . . . .
  \ / . ASCII Ribbon Campaign .
   X .- NO HTML/RTF in e-mail .
  / \ .- NO Word docs in e-mail.
/   \ .. . . . . . . . . . . . .



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe