...nostalgia canaglia (era: rimozione dati personali)

Alessandro Ranellucci alex a PRIMAFILA.NET
Mar 6 Apr 2004 15:16:47 CEST


On 27-03-2004 at 21:07, avv. gianluca navarrini wrote:

 >Ho cercato di riempirlo con questo messaggio lungo e, forse, inutile
 >che spero dia qualche indicazione a chi - magari molto più fantasioso
 >di me - voglia inventarsi una nuova direzione da imprimere ad ita-pe.

Gianluca,
io capisco e anche condivido la tua nostalgia per la ITA-PE di un tempo,
che sicuramente era un ambiente stimolante da molti punti di vista e
popolato da persone competenti e volenterose. Capisco anche il senso di
"spreco" che molti provano di fronte a questo gruppo di lavoro inerte,
privo di una mission e disorientato. Non sono sentimenti immotivati,
d'altra parte, se guardiamo al decennio in cui ITA-PE ha operato.

Però io avrei un "però" da aggiungere. Già alcuni mesi fa, quando si
parlava di charter, di gruppo di lavoro, di fusione con ISOC, quando
tutti dicevano che bisognava identificare i nuovi obiettivi del gruppo
di lavoro, io ero estremamente scettico sulla concretezza di questo
processo. A tenere insieme i membri della NA era proprio la funzione e
il compito della NA stessa: senza le regole di naming, e quindi senza la
corresponsabilità nella gestione del nostro ccTLD, le personalità che
hanno lavorato in questa lista non si sarebbero mai viste: lo splendido
meccanismo della responsabilizzazione volontaristica ha sempre permesso
ad un organismo così incorporeo e persino così poco formalizzato di
funzionare. E di funzionare bene.

Ora viene meno la responsabilità, e meccanicamente subentra un'inerzia
totale: forse che le due cose non sono legate? Forse qualcuno crede che
improvvisamente gli iscritti ad ITA-PE non sono più interessati alle
regole di naming? Forse hanno tutti dimenticato le proprie idee sui vari
temi lasciati aperti? Eppure di regole di naming non si parla più.
Insomma, non credo all'interpretazione del gruppo di esperti in cerca di
un'occupazione: non sono le persone a cercare qualcosa da fare, ma sono
proprio gli obiettivi e i compiti a formare il gruppo di persone.

La Naming Authority Italiana a questo punto, visto che ha terminato il
suo compito, aspetta di essere semplicemente sciolta. Forse si porterà
dietro la sua ultima responsabilità: quella di assicurare alla comunità
Internet italiana una valida evoluzione, di ampio respiro e ponderata
con coscienza. Peccato però che le cose non siano andate così, e che la
NA si presenterà all'assemblea del suo scioglimento con la coscienza un
po' sporca.

Un caro saluto a tutti,


--
Alessandro Ranellucci  (HOSTING CENTER)           <alex a primafila.net>
Ph. +39 06 6788489 - Fax +39 06 23315902 - http://www.hostingcenter.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe