cari componenti della CR

maurizio codogno puntomaupunto a TIN.IT
Gio 9 Dic 2004 21:54:47 CET


Raimondo:

>>Forse sì, ma intanto credo che sia utile vedere chi è favorevole alla
>>trasparenza e chi no, per tenerne conto in futuro.
>
>Hai ragione Marco
>ma non possiamo usare la lista per fare indagini pre-elettorali
>a meno questa esigenza sia sentita a livello plebiscitario.

Perché non potremo, scusa?
Questa è la lista ITA-PE, fino a prova contraria. Anche se io
affermo che ITA-PE con la CR non ha più a che fare, mi sembra
che questa posizione sia in minoranza; per gli altri, è ovvio
che vogliono sapere per chi poter votare.

>Per qui questa opinione puo' essere limitativa ad ogni costituencies
>e quella dove se io fossi come delegato meno disponibile
>nel mettere a conoscenza tutti e' proprio ITA-PE.

ne hai pieno diritto, ci mancherebbe altro. Il grande guaio
di ITA-PE - e su questo concordiamo - è che c'è dentro di tutto,
compresi voi MNT per ragioni storiche.
(prima che qualcuno si incazzi: non sto facendo una flame. Fino
a che esisteva solo ITA-PE, era doveroso che ci fossero i MNT;
semplicemente adesso non ha più senso che uno sia qui dentro
solo per quella ragione)
Per la stessa ragione, a me non interesserebbe in ogni caso
sapere se e come metteresti a conoscenza quelli di MntToMnt:
non è la mia parrocchia.

>In questo trovo non il massimo esempio di trasparenza la scelta del CR
>ma non si puo' pensare di non esserne d'accordo su base storica,
>specialmente su questa lista o costituencies.

me lo potresti rispiegare?

>Non sono uno studioso di sistemi e tecniche politiche,
>mi sembra che qui stia la differenza tra una Democrazia Rappresentativa
>e una democrazia troppo popolare o anarchia decisionista
>(scusa non sono un esperto forse sbaglio i termini)
>dove tutti possono dire qualcosa e per cui non si riesce
>a fare il giro di tutti per decidere per o in ragione di tutti,
>da cui la delega del voto e il responso periodico delle urne.

No. Stai confondendo due cose.
Qui il problema non è "la CR deve fare quello che gli dicono dal
basso", il che comunque sarebbe impossibile perché è un organismo
consultivo :-)
Quello che io e altri stiamo dicendo è "La CR deve spiegare
cosa sta facendo, e sentire cosa dicono dal basso, anche se poi
deciderà di non farlo". Non vorrei affatto che la lista interna
della CR fosse pubblica, né che ci venga detto tutto quello che
si fa dietro le quinte. Ma non mi sembra di pretendere troppo
chiedendo che si sappia quando c'è una riunione, e che si possa
avere qualche notizia in più su quello che dopotutto è il gruppo
che contribuisce a decidere cosa succede in .it.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe