R: IDN - una soluzione adottate

Mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Ven 6 Feb 2004 10:02:56 CET


Alessandro, All,

Ok, ti do ragione.
Quello che mi sto domandando è: è utile, anche per cercare di uscire dalle
secche dei cavilli ermeneutici, che un gruppo qualsiasi di noi, il più
largo possibile (e aperto anche ad esterni alle liste che frequentiamo),
prepari come contributo di cittadini 'concerned' un richiesta di modifiche
motivate alle attuali regole e la renda pubblica?
ciao mario

   At 15.16 05/02/04, Alessandro Ranellucci wrote:
>On 5-02-2004 at 14:27, Mario wrote:
>
>  >forse la cosa più pratica da fare, da parte di chi ci sta, e
>  >predisporre una proposta articolata, di modiche alle regole
>  >considerate urgenti, e metterla intanto agli atti. Poi se non vengono
>  >proprio prese in considerazione, ognuno trarra le proprie conseguenze
>
>Sorry Mario, non sono per niente d'accordo. Sarebbe l'ennesima ratifica
>di un sistema in cui la NA *chiede* alla RA di applicare modifiche alle
>regole e alla prassi in vigore, così come sta sempre più *chiedendo*
>alla RA (anziché *pretendendo*) di aprire quello spazietto denominato
>Policy Board nel quale si tratteranno le medesime questioni che trattava
>il CE (però in casa RA, e quindi cambia tutto).
>
>La NA non è la LIC, ma un gruppo di volontari che la RA ritiene scomodo
>(dal suo punto di vista anche comprensibilmente...); è significativo il
>fatto che ora ci si muova sulle interpretazioni di un MoU quando per
>anni non esisteva neanche quello (di fatto il MoU ha introdotto un
>facile pretesto per spostare la battaglia dalle questioni di merito ai
>cavilli giuridici). Non capisco perché continuare ad assecondare questa
>tendenza.
>
>
>--
>Alessandro Ranellucci  (HOSTING CENTER)           <alex a primafila.net>
>Ph. +39 06 6788489 - Fax +39 06 23315902 - http://www.hostingcenter.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe