NA & ita-pe: e' finita.

Control C master a CHIARI.NET
Ven 27 Feb 2004 10:54:22 CET


Maurizio Codogno

> >Come dicevo privatamente a Giorgio e come ho scritto pių volte
> >pubblicamente, ritengo che non si possa pių parlare di Naming
> >Authority, dopo che *volontariamente* si č deciso di demandare
> >l'approntamento delle regole di naming a un organismo esterno
> >quale il PB. (speriamo - aggiungo - che finalmente le regole si
> >facciano...)

Enzo Fogliani

> In una situazione del genere, ed in assenza di interventi normativi, la NA
> sarebbe l'unico ente avente titolo e legittimazione per reclamare la
> funzione normativa in tema di naming.

Enzo, ci saranno ancora dei passaggi, delle ricadute, ma - credimi - ha
ragione .mau. nel *tirar sotto una riga* [con la sua solita, implacabile
onesta' intellettuale, senza sconti] ad un esito che lui stesso ha!
contrastato! fino! a! che! ha! potuto!

NA e' finita.

E' finita perche' si era tirata addosso tutti gli O.d.G. dell' internet
italiano.

E alla fine di tutti i suoi ingestibili dibattiti [e giustamente a ben
vedere] ha *esportato per gemmazione*: Enti Conduttori, Coordinamento
Maintainer, l'antispam //www.2talk.it/cgi-bin/ezmlm-browse , e quella
roba di incredibile e sottovaluta potenzialita' socioculturale che e'
http://www.newglobal.it

E' finita, sotto questo profilo, NON perche' e' fallita, MA perche' si
e' spesa tutta.

E' finita perche' ha consumato e distorto l' O.d.G. proprio originario
in una assolutamente impropria [e assolutamente inevitabile] dialettica
con le pressioni dell' agenzia politica: ci hanno sparato addosso e ci
hanno *tirato dentro* per i capelli. Per un pelo, e per fortuna, non
abbiamo mai firmato niente: con rare eccezioni la politica deve ancora
ben studiare le implicazioni pubbliche dell' internet.

Ed e' finita, Enzo, perche' l' unico *cliente* possibile di NA [il
Registro ccTLD .IT] ha divorziato non-consensualmente da una Authority
di Naming autoreferenziale: nessuna pia zia suora, nessun pomposo
Pretore, e neppure gli occhi tristi dei pargoletti generati - potranno
piu' rimettere insieme questo matrimonio andato a pezzi.

Ora chi di noi 400 vuol fare il limpido lavoro-in-ita-pe che dice .mau.
puo' ritornare a farlo.

Chi ha in vece [o pure] altri interessi puo' buttarsi, per competenza,
negli istituti che sopra indicavo, e, per la produzuine e distribuzione
della cultura internet, nel Chatper italiano dell' Internet Society.

E in fine Enzo: TUTTI SAPPIAMO PERCHE' alla Assemblea ultima nostra
abbiamo votato un Presidente, un Vice, e prorogato [l' avevo proposto
io] il CE: perche' si sa mai che qualche disgraziato si fosse messo in
testa di invalidare l' Assemblea per omesso Statuto - con scissione
invalidazione costituzione nella saletta accanto.

Fossi anche l' unico al mondo a pensarla cosi': il CE oggi ha compito
bel piu' serio e ambizioso che non il rivedere surrealmente lo Statuto
della Naming [sic] Authority. Deve dare, per quanto sia duro dirlo,
esatti passi e procedura allo scioglimento della NA, e AL TEMPO STESSO
favorire la ri-costituzione dell' identita' e del charter di ita-pe.

Enzo: la Naming Authority l' abbiamo fondata NOI, a Milano, CNR, 1998, e
c' era pure la tua redazione in Statuto - e non lasciamo a nessun furbo
di turno ne' la curatela ne' l' eredita' della NOSTRA storia - e a
nessun ragazzino l' insulto all' intelligenza di venirci a raccontare
favole consolatorie. NOI abbiasmo il diritto, e come sai, il dovere
esclusivo, di dirlo.

E' finita.

> Il nome, poi, e' importante.

Non se ne parla; chiunque andra' in giro a millantare questo credito di
Authority non si accorgera' nemmeno, come dice qualcuno, che gli stanno
per arrivare addosso gli elicotteri.

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe