leggi delega e lobby

Maurizio Codogno puntomaupunto a TIN.IT
Gio 22 Gen 2004 12:28:07 CET


Qualche domanda a chi di queste cose ne sa:

- come già scritto mi pare da Gianluca, una legge delega ha dei limiti
ben precisi, nel senso che il Governo non può scrivere quello che gli
pare, ma deve limitarsi alla materia per cui ha avuto la delega.
Il persistere nel tenere i nomi a dominio nella legge, anche se
a quanto pare più nascosti, indica che per il governo sono de facto
afferenti allo stesso campo?

- Il sentire le parti interessate (parlo di lobby nel senso buono
insomma) è una prassi, un obbligo oppure semplicemente qualcosa che
si fa se dall'altra parte ci sono amichetti vari? Nei primi due casi,
perché Chi Di Dovere non si è ancora attivato per chiedere una
audizione? Mi sembrerebbe più logico iniziare anche indipendentemente,
e poi magari rimettersi tutti insieme man mano.

- senza nessun intento polemico, ma chi si chiede perché la RA non
è intervenuta si è anche chiesto se *dal suo punto di vista* la
cosa interessa o no? a me non sembra, da quanto ho letto: aspettare
una loro mossa mi sembra dunque inutile.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe