Assemblea NA del 9.12.03 e Policy Board

presid-P-Maurizio Codogno (indipendente) puntomaupunto a TIN.IT
Ven 30 Gen 2004 12:39:17 CET


>> non vedo il problema, a dire il vero.
>> Il PB è un organo consultivo, no?
>>
>ma manco per sogno, dove l'hai letto??

Il MoU (che non è mai stato messo in linea nel sito NA, ma
fa lo stesso) dice che

- Il registro ha
facoltà di reinviare al policy board regole o procedure che a suo
giudizio presentino caratteristiche di difficile attivazione. In tal
caso il policy board è tenuto a rivedere tali regole o procedure
tenendo conto delle osservazioni del Registro.

- Il Registro può operare in deroga alle regole di naming per motivi di
sicurezza o urgenza e con carattere transitorio. Tutte le suddette
operazioni verranno contestualmente comunicate al policy board e al
Presidente NA e sono soggette a ratifica del policy board da operarsi
entro e non oltre 15 gg dalla comunicazione. In assenza di esplicita
ratifica nei termini previsti si intendono, per silenzio assenso,
valide e approvate tutte le operazioni svolte.

- Il Registro può sottoporre direttamente al policy board richieste di
integrazione o modifica delle regole o procedure; il policy board è
tenuto ad esprimersi in merito entro il termine massimo di 7 giorni
lavorativi.

Se non lo vuoi vedere come "organo consultivo", diciamo che il
registro può fare quello che vuole, e se qualcosa del PB non gli
piace può chiedergli di rifarlo da capo come lo vuole il Registro.
Poi potrei essermi io a sbagliarmi :-)

>> (ah: non penso affatto che la gente si sia voluta far eleggere nel PB
>> solo per poter mettere un'altra etichetta nel proprio cappellino)
>>
>se questa tua precisazione e' seria e sincera,

è serissima e assolutamente sincera. Visto che qualcuno (Ettore?)
dubitava della cosa, volevo esprimere il mio giudizio a riguardo.

Quello cui continuo a essere contrario è il modo in cui sono state
surrettiziamente introdotte le constituencies, ed è per quello che
avrei voluto che Loris mi avesse fatto candidare: solo per vedere
se riuscivo a sparigliare un'elezione bulgara.

E giusto per completare: una maggioranza schiacciante ha voluto le
constituency e io rispetto il parere della maggioranza, ma avrei
preferito a questo punto che si fossero tratte le conseguenze e
portato ITA-PE a essere tutt'al più il tetto dove le varie
constituency si trovavano insieme, e non una cosa né carne né pesce
come adesso.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe