Passo avanti? (era: Alcune osservazioni sulle nuove regole: Art. 15.5)

Eusebio Giandomenico e.giandomenico a GORGIA.IT
Ven 23 Lug 2004 07:08:13 CEST


Non ci posso credere un messaggio costruttivo sull'operativita' a breve,
scusate per eventuali refusi ma scrivo con le lacrime agli occhi per
la commozione.

At 10:23 +0100 22-07-2004, mntner a interazioni.it wrote:
>La mia proposta è: una unica LAR per tutti, con al massimo la possibilità
>di indicare tipo di società, responsabile e partita iva oppure codice fiscale.

approvo

>
>3) Lettere accentate nei nomi a dominio
>Equiparare automaticamente, nei nomi a dominio, le lettere accentate alle
>lettere normali, rendendo gratuita (e senza LAR) l'eventuale registrazione
>delle varianti.

approvo

>4) registrazione per più anni.
>Dare la possibilità di registrare un dominio per più anni, non solo per
>quello successivo, magari pagando il tutto anticipatamente.

questo non attiene propriamente alle Regole ma alla politica
commerciale, se fossi il Registro l'avrei gia' attuato da tempo
(nulla lo vieta)

>5) garantire il possesso del dominio al registrante fino alla scadenza
>della sua registrazione, non limitandola a causa di eventuali "dismissioni"
>del provider (e quindi togliere il vincolo che il nome a dominio debba
>avere un DNS sempre raggiungibile, al pari della casella postmaster).

no, questo no dns e postmaster restino altrimenti crolla tutto,
sempre come politica commerciale il Registro potrebbe promuovere di
concerto i "contributori" una soluzione che tuteli gli utenti da
distacchi del genere.

>6)
>tipo "industriale" e/o "privato", la R.A. non possa avvalersi
>dell'avvocatura di stato, ma debba rispondere come tutte le normali ditte?
>Perché non chiarire bene questo aspetto, a tutela dei provider e degli
>utenti finali?

... vuoi qui sostenere che l'Avvocatura di Stato opera contro gli
interessi delle aziende e dei cittadini italiani?

EG



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe