Passo avanti? (era: Alcune osservazioni sulle nuove regole: Art. 15.5)

mntner@interazioni.it mntner a INTERAZIONI.IT
Ven 23 Lug 2004 16:54:47 CEST


At 23/07/2004 23/07/2004 +0200, you wrote:
>On 23-07-2004 at 9:52, mntner a interazioni.it wrote:
>
>  >Sarebbe vero se la R.A. controllasse, ma dato che non controlla, se
>  >non su denuncia esplicita, puoi immaginare quale sia lo stato reale
>  >delle cose. In ogni caso, quando registri un .com, nessuno te lo
>  >toglie se hai il DNS giù.
>
>Su questo non sono d'accordo: il fatto che esistano TLD con policy poco
>rigorose non dovrebbe invitarci a seguirne l'esempio puntando al
>ribasso. I controlli sui DNS, unitamente alla LAR (ahimè),
>contribuiscono in buona misura ad una maggiore pulizia del nostro ccTLD
>nonché ad un'azione preventiva rispetto all'accaparramento. A tutela
>degli assegnatari sono già previsti i termini per le notifiche e per il
>NO-PROVIDER, fermo restando che come diceva Francesco basta un cambio
>provider per mantenere il dominio assegnato e in funzione.

Alessandro, senza offesa e senza polemica, ma queste affermazioni sono,
secondo me, più moralistiche che tecniche, e sono anche facili, perché alla
fine (noi) provider possiamo registrare quello che vogliamo, perché per noi
è alla fine gratis l'ospitalità di un nostro dominio in più, mentre un
consumatore normale non lo può fare.

Tonino


-----------------------------------------------------------
          Inter a zioni           Interazioni di Antonio Nati
      Tel. +39 06 77203704       http://www.interazioni.it
      Fax  +39 06 77260035          info a interazioni.it
------------------------------------------------------------



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe