PB e poltrone - messaggio "personale" (fwd)

Lapo Sergi lapo.sergi a QUIXE.IT
Lun 21 Giu 2004 13:23:54 CEST


Claudio,

trovo che nel tuo messaggio ci sono ben due passaggi che mi lasciano
alquanto perplesso.

Il primo è l'allusione alle dichiarazioni false di chi non è dipendente come
te.
> Quelli che tanto parlano di soldini, mire etc guardino alla propria
dichirazione dei redditi, se la compilano in modo regolare come fanno i
> dipendenti ricercatori, non avendo altro reddito.

Il secondo è l'affermazione che qui si discute ancora solo perchè tu hai
proposto di mantenere la lista ita-pe.
> Se ho proposto di tenere ITA-PE come forum di
> discussione e' perche' chi vi e' iscritto ha esperienza e capacita' di
dare un
> contributo. :-)

Per quanto riguarda il primo, a parte che ti ritengo una persona fortunata
ad avere quello stipendio fisso al giorno d'oggi, con l'economia in crisi,
ma non mi sembra nessuno ti abbia mai accusato di intascare dei soldi,
dunque non vedo il motivo di tale stizza.
Ti si accusa, casomai, di presenzialismo ma non di disonestà.
Credo che nè il dottore nè il GARR ti obblighino ad accettare tutti gli
incarichi che ti vengono offerti. :-)

Per quanto riguarda la seconda, almeno tu che sei ancora il Presidente abbi
un po' di decenza.
La NA non è morta, ufficialmente esiste ancora e dunque ha ancora diritto ad
avere la sua lista di discussione sul server NIC.IT.
Mi ricordo che della chiusura o mantenimento della lista ita-pe se ne parlo
la scorsa assemblea, ma era sottinteso da dopo l'eventuale assemblea di
scioglimento, ossia da quando la NA non esiterà più.

Allora questo è il mio contributo:

Il fatto che le regole (PB) siano fatte da ricercatori disinteressati -
cooptati o eletti - e non da lobbies di imprenditori NON ESIME dal rispetto
delle regole di democrazia, dal rispetto degli statuti e dalla trasparenza
verso l'esterno.

Se il PB - e rispondo con questo a Giorgio Giunchi - dopo che è stato votato
dalla NA (perchè questo è stato fatto) come rappresentanza delle varie LIC
si trasforma in qualcosa di profondamente diverso, è un abuso e uno
sgambetto.

Questo per chiarezza, perchè mi sembra che ci si nasconda dietro uno status
di "pseudo-volontariato" o "servizio di pubblica utilità" per giustificare
tutte le scorrettezze formali e sostanziali che sono state fatte in questi
ultimi due anni.

Che poi NON POSSIAMO FARCI NULLA è palese.
Ma almeno, finchè Allocchio non ci butta fuori tutti, si può scrivere qui e
speare che qualcuno legga.

Riflessione finale: è proprio vero, la prima impressione è quella che conta.


Rileggo che il lontano 27/09/01 si scriveva su:
http://punto-informatico.it/p.asp?i=37420

E' forse andata diversamente?

cordiali saluti
Lapo Sergi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe