DNS e glue records.

Enrico EGARDEN T2 egarden a TEAM2IT.COM
Mer 10 Nov 2004 00:55:34 CET


----- Original Message -----
From: "Davide Repetto" <ReD a idp.it>
To: "Assembly of the Italian Naming Authority" <ITA-PE a nic.it>
Sent: Tuesday, November 09, 2004 10:54 PM
Subject: DNS e glue records.


> > Per il tuo lavoro quotidiano non ti "accanire" con il problema dei
> > GLUE record, questi sono creati da una procedura che "gira" tutte le
> > notti e che prende in esame i valori delle righe nserver presenti nel
> > DB Whois. Devi semmai tenerne conto nel caso in cui tu debba cambiare
> > l'indirizzo IP di un nameserver referenziato in un modulo tecnico
> > presente nel DB Whois e che appartiene ad un nome a dominio registrato
> > nel ccTLD "it" e che e' presente nella registrazione del nome a
> > dominio a cui appartiene.
>
> L'iniziativa e' apprezzabile perche' costituisce comunque un
(piccolissimo)
> passo avanti rispetto al passato, ma quello che non capisco e' perche' si
> insista ad usare, per i glue records, "una procedura che "gira" tutte le
> notti e che prende in esame i valori delle righe nserver presenti nel DB
> Whois" e per gli oggetti DOMAIN, una procedura manuale per l'approvazione
> dei moduli e-mail inviati dai maintainer mentre da sempre, la stragrande
> maggioranza dei registrar usa procedure completamente automatiche per
> entrambe le cose ed in piu' praticamente tutti i registrar offrono ai
> loro "MNT/Clienti" un sistema indipendente per l'amministrazione dei
> glue records.
>
> Non sarebbe forse meglio un bell'archivio di glue records
> amministrabile direttamente dai rispettivi MNT?
>
> Quanti problemi in meno avrebbe il nostro Picchiottino, se potesse
> modificare autonomamente e quando gli pare, i suoi glue-records e
> gli oggetti domain dei suoi domini?
>
> Quanti problemi in meno avrebbe un ISP che si trovasse obbligato a
> cambiare nottetempo qualche dentinaio di DNS o di oggetti domain?
> No perche', ora come ora, per le modifiche ripetitive a piu'
> domini siamo ridotti all'invio della richiesta via fax... Non
> so se mi spiego!
>
> A parte le LAR, che sono gia' di per se' discutibili, qualcuno
> mi potrebbe spiegare perche' la RA, unica al mondo, insiste cosi'
> perniciosamente ad adottare procedure MANUALI in ambiti facilmente
> automatizzabili (ed automatizzati nel resto del mondo civile)?
>
>

Salve,

ci meravigliamo se esistono delle procedure che sono ancora gestite
manualmente in uno stato che nell' ambito governativo "girano" ancora le
buste gialle per le comunicazioni ?

ci lamentiamo per inviare dei FAX dove esistono entitā che sono ritenute
altamente informatizzate e "sganciano" una infinitā di EURI per gli internal
system che rispondono agli utenti quando una stampante non funziona che
devono guardare se il cavo della scossa č collegato ?

si combatte per una architettura nazionale ed internazionale di firma
digitale e siamo ancora con l'osso al naso ...

se le "cose" andassero in tutte le aziende come vanno nella RA pensate che
si andrebbe meglio o peggio di ora ?

( secondo me ... meglio !  e non sto dicendo che tutto č perfetto ma come lo
potrā mai essere se quando si deve collaborare prima si attacca poi si
chiede scusa .)

Scusate l' OT

saluti
--enrico

> Ciao,
> ReD
> --
> +-----------------------------[ ReD a idp.it ]-------+
> ! Davide Repetto                                   !
> ! IDP s.n.c.             TELEFONO: +39 0143 419095 !  No good deed...
> ! Via Dei Confini, 6          FAX: +39 0143 419086 !   goes unpunished.
> ! 15068 Pozzolo F.ro (AL)  MOBILE: +39 328 4039407 !
> ! ITALY                                            !
> +---------------------[ http://www.idp.it/ ]-------+
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe