Banalita'

Eusebio Giandomenico e.giandomenico a GORGIA.IT
Dom 21 Nov 2004 21:54:26 CET


Continuo a ritenere inopportuno delegare un nostro rappresentante prima di
averne definito la delega, e solo di delega - a mio avviso - si puo'
trattare.

Ho gia' sollevato la cosa sia in assemblea che in lista, mi avete tutti
risposto che non ce n'era bisogno...

Il Presidente dovrebbe emettere l’atto di delega – in forma scritta –
indicando la durata temporale, l’oggetto, la materia, gli eventuali limiti in
cui opera il trasferimento della competenza e deve contenere gli indirizzi
generali in base ai quali deve essere esercitata, andrebbe inoltre definito
se la potest  del delegato concorra con quella del Presidente o la
sostituisca e se dunque il Presidente - dopo aver rilasciato delega -
mantenga o meno la rappresentanza sugli ambiti della delega, cosa che
sembrerebbe preclusa dal tipo di incarico che la RA attribuisce ai componenti
del CR (il problema sussiste peraltro anche per gli altri componenti del CR).

Se definiamo questo, con il concorso del Registro, il problema del nome assume
valenza di eccellenza, in caso contrario assume quello di rischio in quanto,
al di fuori dell'Assemblea, una procedura "elettiva" - seppur valida per la
lista - non sarebbe recepibile in maniera sicura da parte della RA ed
esporrebbe la NA ad un pericoloso contraccolpo.

EG



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe