Posta Elettronica Certificata

Maurizio Codogno puntomaupunto a TIN.IT
Lun 31 Gen 2005 16:45:44 CET


Rispondendo un po' a tutti -

Alex: a me di un comunicato stampa passato in quella che era una
lista di discussione interessa poco in generale, ma non mi
sarei incazzato se avessi avuto la possibilità di avere il
link al testo, visto che a quel punto il comunicato stampa
l'avrei potuto vedere come un commento al testo. Così mi ha
fatto lo stesso effetto di un manifesto elettorale. Per
fortuna alla fine qualcuno (grazie Francesco!) ha inviato il
documento.

Sul fuori tema: visto che il Cadavere Congelato continua ad
essere nel refrigeratore, non credo si possa ritornare al
vecchio (di dieci anni fa...) tema della lista. Ad ogni modo,
quello mi pare il minore dei problemi: ben vengano le discussioni
per quanto possano essere sterili (non per colpa nostra, ma
per colpa del governo)

Francesco: sulla parte dei requisiti non so dirti nulla, se
non che IT Telecom non esiste più essendo stata incorporata
in Telecom Italia :-) Ma se non erro è un'usanza tipica quella
di fare le cose in silenzio. Spero che nelle liste più adatte
qualcosa sia stato detto.

Infine i miei timori sono fondati:
  "Il documento informatico trasmesso per via telematica
   si intende spedito dal mittente se inviato al proprio
   gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso
   disponibile all'indirizzo elettronico da questi dichiarato,
   nella casella di posta elettronica del destinatario messa a
   disposizione dal gestore."
Se il mio gestore ha una webmail, basta che il messaggio arrivi
a lui per essere considerato "consegnato". Non esiste il concetto
attuale, per cui le poste ti mandano l'avviso di raccomandata e
se tu non la vai a prendere dopo un mese viene rimandata al
mittente. Questo non è per nulla bello.

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe