Bozza di Ordine del Giorno per l'assemblea del 12 Luglio 2005

Control C master a CHIARI.NET
Sab 2 Lug 2005 12:41:13 CEST


enzoviscuso a cheapnet.it wrote:

> In pratica, tutte le soluzioni si equivalgono, e' solo questione di forma.
> Possiamo dire:
>  - chiudiamo la NA e rimane solo  ITA-PE
>  - Trasformiamo NA in ITA-PE
>  - Chiudiamo tutto e facciamo una nuova ITA-PE
>  - Facciamo una nuova ITA-PE che si chiama in un altro modo

Grazie Vincenzo,

a mio avviso il percorso + limpido e obbiettivo e'

>  - chiudiamo la NA e rimane solo  ITA-PE

secondo me solo cosi' ita-pe e'autenticamente "padrona del proprio
destino".

All' altro capo ci sta'

>  - Facciamo una nuova ITA-PE che si chiama in un altro modo

secondo me, dai dibattiti post-liberalizzazione al manifesto, questa
linea a rigore si chiama !ITA-INTERNET! e il piu' coerente sviluppatore
della tesi sei tu, Vincenzo: da quattro anni di militanza in questa
lista e dirigenza in isoc e newglobal

> >  Io ho sempre sostenuto che vorrei fare di tutto per salvare NA e riprendere il
> > compito istituzionale "usurpato" con il colpo "di stato".

Qui divergiamo: da quando penso, a torto o a ragione, che NA "stava
rovinando ita-pe" mi batto per un modello di consulenza a base
constituency - con particolare enfasi su ruolo mnt nei processi di
Registro.
Come divergiamo credo sul fatto che una nuova associazione di Rete sia
oggi opportuna o meno e, sopra tutto,  se dabba essere OGGI un target o
uno startup.

P.S. Non so' come stiano le faccende dei formalismi assembleari ma:

1. per me se la assemblea e' validamente costituita puo' e DEVE
deliberare con maggioranza propria lo scioglimento

2. per me se con tre moziuoni di scioglimento non troviamo la tecnica
per deliberare lo scioglimento siamo irresponsabili

3. per me: nessuna - *nessuna* - mozione "a sorpresa".

Ciao,
Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe