Mozioni.

Avv. Gianluca Navarrini avv.navarrini a TIN.IT
Lun 4 Lug 2005 22:44:40 CEST


Enzo Fogliani ha scritto:
> L'ordine logico non puo' essere quello che proponi, ma semmai il contrario.
> Maurizio propone lo "scioglimento" della NA, che presuppone un quorum
> molto alto (un quarto degli iscritti).

Scusa Enzo,
sono convinto sia un refuso, ma per deliberare lo scioglimento
dell'associazione - se la memoria non mi inganna - occorre il voto
favorevole di almeno *tre quarti* degli associati (art. 21, ult. comma, cc).
Perciò, visto che temo non raggiungeremo un simile quorum, io ho proposto
di deliberare non lo scioglimento, ma la semplice estinzione per
sopravvenuta impossibilit√  dello scopo associativo.


> D'altra parte, lo scioglimento presuppone che la NA possa
> tranquillamente continuare ad operare; mentre se la NA venisse
> dichiarata estinta per impossibilita' sopravvenuta dell'oggetto sociale,
> ovviamente non potrebbe essere piu' sciolta (sottolineo il fatto che la
> dichiarazione di estinzione prende atto di qualcosa che si e' gia'
> verificato ex tunc; lo scioglimento ha invece efficacia costitutiva ex
> nunc).
> Sotto il profilo cronologico, dunque, prima viene la dichiarazione di
> estinzione, poi semmai, se l'assemblea ritiene l'estinzione non si sia
> verificata, la delibera di scioglimento.


Pienamente d'accordo sotto il profilo logico. Anche se dissento
sull'efficacia che tu attribuisci alla dichiarazione di estinzione (che a
mio sommesso parere non è affatto retroattiva).
Tutto ciò, in ogni caso, non esclude che ragioni di opportunità , per così
dire, politica possano consigliare un'inversione dell'ordine logico... del
resto se prima della dichiarazione di estinzione intervenisse una delibera
di scioglimento dell'associazione, non è che si invaliderebe tale delibera
assumendo che essa è inesistente in quanto assunta dall'assemblea di
un'associazione estinta. ;-)
E del resto, seguendo il filo del tuo ragionamento (in particolare
sull'efficacia ex tunc della dichiarazione di estinzione), non sarebbe
neppure pensabile una delibera assembleare che si limiti a prendere atto
dell'impossibilit√  sopravvenuta dello scopo per dichiarare l'estinzione
dell'ente. Infatti, essendo l'ente venuto meno nel momento stesso in cui si
è verificata l'impossibilità dello scopo, sarebbe automaticamente
impossibile convocare un'assemblea di un ente estinto (ed altrettanto
impossibile sarebbe per una simile assemblea "fantasma" - qualora essa
fosse egualmente convocata - deliberare alcunché).
Ma, visti i risultati paradossali cui si giungerebbe per tal via, non
ritengo che le cose stiano esattamente in questi termini.

Ad ogni buon conto, spetta, chiaramente, all'assemblea decidere se lo scopo
sia ancora possibile o meno... anche se - l'abbiamo sempre saputo - lo
statuto non enuncia esplicitamente quale sia lo scopo (e per questo - come
ho gi√  detto - potrebbe essere ravvisata un'invalidit√  radicale dello
stesso statuto).
Tuttavia, ritengo che il detto scopo sia ravvisabile dall'intero testo
dello statuto, giacché esso attribuisce la rappresentanza della NA al suo
presidente, ma poi deferisce l'amministrazione ordinaria e straordinaria
dell'associazione al Comitato esecutivo (art. 14).
Ebbene, lo stesso CE - oltre a svolgere i compiti amministrativi interni -
ha una sola altra funzione: quella di stabilire le Regole di Naming per il
ccTLD "it". Venuta meno questa funzione (che rappresenta, perciò, lo scopo
dell'associazione), mi sembrerebbe riduttivo (ed anche un po' farsesco)
affermare che lo scopo del CE sia quello di amministrare la NA.
Significherebbe - a mio modesto avviso - affermare che lo scopo della NA è
amministrarsi! :-)

Al di l√  delle discussioni, pur interessanti, in punto di diritto,
lascerei, in ogni caso, la parola (e la decisione) all'assemblea. Nella
speranza che si possa finalmente dichiarare la morte del cadavere! ;-)

Cordialmente
Gianluca Navarrini


---
avast! Antivirus: In partenza messaggio pulito.
Virus Database (VPS): 0527-0, 04/07/2005
Controllato il: 04/07/2005 22.44.41
avast! - copyright (c) 1988-2005 ALWIL Software.
http://www.avast.com



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe