Come vedo ita-pe

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Mer 6 Lug 2005 00:16:19 CEST


maurizio codogno ha scritto:

>Vedi, Enzo, il tuo è tanto un bel discorso. Il *mio* discorso è però leggermente diverso.
>Io ho preso atto che quelli che sanno di cose legali hanno detto
>che scioglimento ed estinzione sono due cose distinte, e che sono
>convinti che sia più corretto parlare di estinzione.
>
Non e' cosi'. Non cambiare discorso. Non e' *piu' corretto* parlare di
estinzione, e nessuno ha detto che sia piu' corretto parlare di
estinzione anziche' di scioglimento. Stiamo parlando di due cose
diverse. Non stiamo parlando della stessa cosa, che puo' essere definita
con due termini (per esempio, un albero di mele lo puoi chiamare albero
o melo. Melo e' piu' corretto, ma albero non e' inesatto).

Stiamo parlando di due cose del tutto diverse, anche se conducono allo
stesso risultato. Come dire: un suicidio o un assassinio conducono
entrambi alla morte di un uomo; ma e' radicalmente diverso uno decide di
suicidarsi o se decide di assassinare qualcuno. Dire "suicidio" non e'
un modo "piu' corretto" di dire "assassinio"; e' dire un'altra cosa.

>Io, che non ho
>certo studiato di queste cose (anche se, dato che mi conosci, dovresti
>ben sapere che la prima cosa che ho fatto è informarmi sulla
>differenza tra "ex nunc" ed "ex tunc"...) mi sono banalmente fidato,
>e ho modificato in tal senso la mia mozione. Se qualcuno me l'avesse
>fatto notare ad aprile, l'avrei corretto ad aprile.
>
Osservo che Gianluca Navarrini aveva scritto piu' o meno esattamente le
stesse cose sulle differenze fra estinzione e scioglimento non ad aprile
2005, ma addirittura nella sua e-mail del 16 giugno 2004 (vedi
http://listserv.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0406&L=ita-pe&O=A&P=4034 ).

Stesso concetto aveva ribadito 6 mesi dopo (mail del 6 dicembre 2004),
con appendice esplicativa del giorno dopo a favore di Lapo Sergi.

>La *mia* definizione di interdisciplinarietà è per l'appunto questa:
>io non mi permetto di mettere becco in quello che dicono gli esperti
>in campi diversi dal mio, tranne che per chiedere chiarificazioni (e
>quelle sono importanti, perché altrimenti non hai *inter*disciplinarietà,
>ma *multi*discliplinarietà che è un'altra cosa).
>Fatto questo ed essendo certo che entrambi si sia capito qual è
>l'oggetto di cui si parla - il che spesso non è banale - mi fido
>dell'altro. Tutto qui.
>
>
E' apprezzabile che tu rispetti le competenze altrui (molti non fanno
neppure questo) e ti fidi degli altri. Anche io mi fido degli esperti in
altri campi; ma il mio concetto di dialettica significa *costruire
qualcosa insieme* anche sulla base di quello che ha detto l'altro; non
significa prendere atto di quel che dice un altro, usarlo per i miei
fini e rimetterlo nel cassetto.

Per me gli esperti negli altri settori non debbono essere a disposizione
in lista per ripetere, tutte le volte che servono, le stesse cose ad
alcuni altri esperti piu' qualificati che li usano come libri di
consultazione.

Secondo me dovremmo crescere tutti, imparando le cose che non sappiamo
da chi le sa, ed insegnando le cose che sappiamo a chi le sa. In
quest'ottica, non dovrebbe esserci un Gianluca Navarrini che per ben 3
volte, a distanza di 6 mesi l'una dall'altra, quando si e' parlato di
chiedere la NA, ha dovuto ripetere e spiegare in lista le stesse
identiche cose.

Dice un proverbio: se dai un pesce a qualcuno, lo sfami per un giorno;
se gli insegni a pescare lo sfami per la vita. Io voglio una lista dove
si insegni e si impari a pescare, non una lista in cui alcuni peschino e
diano il loro pesce ad altri quando questi ne hanno bisogno.

Comunque, se di fatto vediamo le cose nello stesso modo, sono ben felice
di collaborare con te in lista.

Ciao,

Enzo.


--
--------------------------> <-------------------------
Avv. prof. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.: +39-06-35346935; Fax: +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo  - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe