ISOC Italia: Quaderno N.2

Tullio Andreatta ML t.andreatta a TROPPOAVANTI.IT
Ven 29 Lug 2005 15:41:50 CEST


mario:
> 1. esiste certo una differenza tra una cooperativa i cui soci si
> accordono per produrre dei beni/servizi a proprio uso e una associazione
> di promozione sociale i cui soci si impegnano a contribuire a uno scopo
> sociale a beneficio di tutti.

Bella frase. Il senso e' un po' oscuro, ma e' una bella frase.

> 2. qualcosa non torna nemmeno pensando che i contributi principali a
> isoc.it sono attualmente da enti pubblici, e che non esistono vere
> ragioni economiche per richiedere anche solo un contributo volontario
> per una versione digitale immediatamente scaricabile dal sito;

Quindi il fatto che il Teatro alla Scala di Milano sopravviva
principalmente con i contributi pubblici di Stato, Regione Lombardia,
Provincia e Comune di Milano implica che mi spetta di diritto un
biglietto gratis?

> 3. nel caso specifico del libretto su Internet Governance le cose sono
> anche più criticabili, visto che si tratta di un qualcosa prodotto
> all`interno dell`incarico del Ministero Inn. Tec. per una pubblica
> consultazione in vista del vertice di Tunisi. Vedi sia
> http://www.isoc.it/notizie/notizie.php#n20 sia
> http://www.innovazione.gov.it/ita/comunicati/2005_05_05.shtml. Al
> secondo link si parla dell`impegno di isoc.it di pubblicazione (=
> rendere pubblico) dei risultati della consultazione;

A nessuno è vietato dare un contributo a ISOC e ricevere in cambio una
copia del libro; il fatto che le entrate di ISOC non consentano di
stampare cinquanta milioni di copie e spedirle a tutti gli italiani, non
significa che non ci siano copie disponibili per chi le vuole.
E, vista la tua particolare situazione che potrebbe renderti difficile
contribuire a ISOC per ricevere la tua copia, non credo che Laura Abba
abbia alcun problema a farti avere gratis la suddetta copia (nel caso,
pago io, Laura!)

> 4. a monte la critica che il processo di consultazione pubblica della
> c.d società civile sia stato affidato a isoc.it (il che potrebbe anche
> andare), senza che risulti da nessuna parte che Stefano ricopre un ruolo
> ministeriale di rappresentante italiano nel GAC-ICANN;

A parte che non e' vero che "il fatto che Stefano Trumpy ricopre un
ruolo ministeriale di rappresentante italiano nel GAC-ICANN non risulti
da nessuna parte" (se non risulta, come fai a saperlo?), semplicemente
il fatto che il presidente di Societa' Internet abbia altri incarichi
non inficia il lavoro di ISOC Italia. O pensi che il quaderno n. 2
l'abbia scritto Stefano Trumpy da solo, su imbeccate di qualche
portaborse del ministero, firmando gli interventi con vari pseudonimi?

> 5. dal lato positivo, l`esistenza di una lista per la discussione di
> temi sulla Internet Governance, ospitatat da isoc.it ma che a quanto
> capisco è aperta a tutti, su cui magari queste mie osservazioni
> troveranno una qualche reply.

Purtroppo per te e' vero: esiste una lista di discussione pubblica e il
tuo messaggio restera' a lungo negli archivi. Io pero', fossi in te, non
lo considererei cosi' positivo, come lato ...

Saluti,



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe