List-squatting

enzoviscuso@cheapnet.it enzoviscuso a CHEAPNET.IT
Lun 13 Giu 2005 12:43:24 CEST


A mio parere e nel mio intento, questa "nuova"  ITA-PE dovrebbe essere
il ritorno alla ITA-PE ante NA; quindi, continuita' al 100%.
Se si fosse voluto il contrario, si sarebbe potuto invitare ad aderire
alla nuova  ITA-PE anche persone attualmente fuori dalla NA, ma
non lo si e' fatto.

Attualmente ITA-PE non ha regole ne' un elenco certo degli iscritti,
essendo il tutto
in simbiosi con NA.
Quindi, defunta NA, ITA-PE rimarrebbe  senza regole; e il manifesto 1.2b
anticipa proprio queste regole, che saranno poi raffinate per diventare 2.0.
Rimarrebbe anche senza un elenco certo dgli iscritti, perche' in realta'
quello
attuale e' quello degli iscritti ad NA, poiche' lo statuto NA dice
che decade chi non partecipa a 3 assemblee consecutive (anche per
delega) e non "chi non posta
in lista da 2 anni".

<OPINIONI_PERSONALI>
Ribadisco che, secondo me, questa operazione e' del tutto legittima,
legalitaria e rispettosa
delle regole democratiche.
Chi se ne e' tenuto fuori coscientemente, puo' averlo fatto in buonafede
e con intenti positivi, come te,
oppure con intenti oscuri.
La maggioranza ne e' invece rimasta fuori per disinteresse, e questi non
contano per definizione.

Diceva il Gattopardo: "occorre che tutto cambi perche' tutto rimanga
come prima".
Qui  si sta lavorando, o se vuoi  si sta facendo una rivoluzione incruenta,
per ripulire ITA-PE dalle scorie ormai intrise di politica ed interessi
della NA.
Questo poteva essere fatto solo partendo da zero, parallelamente.
Il solito dilemma RIFORME vs. RIVOLUZIONE.
Le riforme tendono a cancellare gli aspetti negativi, che pero' possono
rientrare sempre dalla finestra;
le abitudini non si uccidono.
Le rivoluzioni  invece partono da zero, cancellano tutto, conservando
gli aspetti
e le persone che (casualmente)  sono utili per il futuro.

Ora, rimane da discutere il passaggio successivo.
Facciamo il parallelo con il cambio di regime negli Stati nazionali,
come avvenuto recentemente in Ecuador e Bolivia.
Si cambia la costituzione, si cambiano buona parte delle persone, ma
gli accordi internazionali rimangono.
Il rappresentante all'ONU potra' essere variato nella persona alla prima
occasione, ma rimane.
</OPINIONI_PERSONALI>

v.v.




Roberto Picchiottino wrote:

>Scrive Marco d'Itri <md a XN--LZG.LINUX.IT>:
>
>
>
>>On Jun 13, Vittorio Bertola <vb a BERTOLA.EU.ORG> wrote:
>>
>>
>..
>
>
>>Dove sono tutti questi fantasmi? Se sono contrari al manifesto perché
>>non hanno votato? Lo spieghino loro, ora. O sono timidi?
>>
>>
>
>  Io mi sono astenuto in attesa di capire se l'attuale ita-pe puo' sopravvivere,
>rappresetare un membro in cr o riprendere il potere usurpato nel 2003?
>
>Ciao
>Picchio
>---
>Monte Bianco TLC- ISP Courmayeur
>#160087 - http://counter.li.org/
>Jabber: picchio a jabber.linux.it - icq: 239063259
>http://www.fsf.org/philosophy/no-word-attachments.it.html
>
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe