Manifesto approvato

Alessandro Nosenzo ita-pe a NOSENZO.IT
Lun 13 Giu 2005 20:20:25 CEST


Chi si tiene fuori, come gia' detto, o non ha neppure voglia di leggere cio' che viene proposto visto
che analogo trattamento a proposte ben piu' articolate era stato riservato oppure e' contrario.
Alla fine dei conti cosa cambia se la maggioranza e' contraria per menefreghismo o per principio
o per convinzione.
Quanto alle "regole" di Internet non sapevo che una rete anarchica avesse regole politiche e
neppure della regola del chi tace acconsente.(secondo me l'hai inventata tu).
In Italia comunque non vige la regola del chi tace acconsente e tutte le volte che e' stata applicata
puntualmente la magistratura l'ha contestata e cancellata e prova ne' e' il recente referendum che
portera' tutti a spendere soldi per costruire inutili chiese invece che per la ricerca scientifica.
Saluti.

Alessandro Nosenzo




On 13 Jun 2005 at 19:38, enzoviscuso a cheapnet.it wrote:
> Alessandro Nosenzo wrote:
> >Io non mi sono astenuto nella
> >votazione mi sono limitato a non votare a favore quindi e' logico che
> >ho votato contro.
> Questo non e' corretto: e' lo stesso trucco usato nei recenti
> referendum nazionali. Cosi' non si puo' distinguere chi e' contro da
> chi se ne tiene fuori - astenuti, menefreghisti, assenti, etc. Quindi
> non e' affatto "logico".
> Anzi, secondo le regole di Internet,  chi tace acconsente.
> Non l'ho inventata io.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe