Oltre il manifesto

Mario Pisapia mario.pisapia a TIN.IT
Mar 14 Giu 2005 18:39:59 CEST


Il giorno 13 giu 2005, alle 11:43, enzoviscuso a cheapnet.it ha scritto:

> .........
> .....................a chi adesso critica il manifesto, cosa ci voleva
> a scrivere "NON ADERISCO"?
> Sapendo che le astensioni sarebbero stte la maggioranza, volevano
> farle passare per dei NON ADERISCO?
> ..........
> Chi invece, pur avendo interagito con ITA-PE e non si e espresso, non
> e'
> un NON ADERISCO, non conta.
> Il quorum, comunque c'e'.
>
Secondo me, il manifesto va preso in considerazione come primo passo
per la creazione di un'entità diversa dalla Naming Authority e diversa
dalla lista ITA-PE degli inizi. Mi sembra inconcepibile che 36 persone
su 147 possano arrivare a decidere di stravolgere lo statuto della NA o
a deliberarne lo scioglimento, senza nemmeno rispettare le regole in
esso contenute.

Chiunque è libero di creare una nuova associazione o, semplicemente,
una nuova lista di discussione che abbia oggetto identico a quello
della Naming Authority. Ciò non significa che i membri della NA debbano
essere interessati ad essa e, perciò, debbano esprimere la loro
ADESIONE/NON ADESIONE.

> Chi invece, pur avendo interagito con ITA-PE e non si e espresso, non
> e'
> un NON ADERISCO, non conta.

Sono d'accordo! Tutti coloro e solo coloro che hanno espresso la loro
ADESIONE/NON ADESIONE hanno mostrato interesse nell'iniziativa, per il
momento. I loro commenti vanno presi in considerazione per
l'elaborazione del manifesto.
E' chiaro, però, che tale iniziativa non può produrre alcun effetto su
NA/ITA-PE e sarà significativa solo per la creazione della nuova
'entità'.

> Il quorum, comunque c'e'.
>
>
Ammesso e non concesso che il quorum ci sia, esistono delle regole
precise che disciplinano l'iter da seguire per la modifica dello
statuto della NA o per lo scioglimento dell'associazione.

Può essere interessante la proposta formulata con la redazione del
manifesto, ma credo che essa debba essere portata avanti separatamente
dalle vicende che riguardano NA/ITA-PE, magari anche utilizzando una
diversa lista di discussione. Diversamente, non si riuscirà a uscire
dall'impasse, non si riuscirà a giungere ad alcuna decisione sulla
opportunità di sciogliere la NA, nè a nominare il rappresentante che
NA/ITA-PE ha la possibilità di avere nel CR.

Saluti
Mario Pisapia



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe