riunione CR di aprile

emilio brambilla emilio a ANTISPAM.IT
Ven 17 Giu 2005 16:51:22 CEST


ciao,

Marco d'Itri wrote:

> Si tratta di EPP, che tecnicamente è una questione del tutto ortogonale
> alla LAR, visto che sostituirebbe solo l'invio tramite email dei
> pseudo oggetti whois.

ho studiato un po': epp e` un protocollo client server, gia`
universalmente utilizzato da molti registrar per i com/net/org/etc che
permette di interagire con il registro;
in particolare permette di "leggere" i dati di domini, host e person, di
registrarli, di modificarli, di rinnovarli.

quindi lo paragonerei ad un whois read-write :)
... beh, mi piace (piu` di soap)

ovviamente sarebbe bello che tutte le modifiche (dal whois, i moduli
e-mail attuali, alle lar a qualsiasi altra cosa) fossero preannunciate
agli operatori con un cospicuo anticipo, magari facendo come la
commissione europea per l'affare .eu, che ha discusso le bozze con tutta
la community internet prima di ratificarle ufficialmente....

> A parte quanto già scritto nella risposta a .mau., preciso che serve
> solo per i secondi livelli geografici (che nessuno mi ha mai voluto
> spiegare perché devono ancora stare in zone a sè, visto che comunque la
> RA se ne è completamente riservata la gestione da una eternità).
infatti, secondo me la RA dovrebbe investire qualche migliaio di euro
per attivare una manciata di dns da colocare presso il mix e presso
qualche altro nap internazionale per sostituire i dns zoppicanti che ci
sono ora!

>>la connettivita` ipv6 per ora e` poco piu` di un giocattolo
>>sperimentale... imho non mi sembra urgente avere glue record ipv6
> Magari quella della tua azienda, ce ne sono altre che hanno interesse a
> fornire un livello di servizio un po' più alto e dei clienti che hanno
> interesse a comprarlo... :-)
ipv6 sicuramente e` (sperimentale) per l'azienda per la quale lavoro, ma
d'altro canto non vedo tutto quell'interesse commerciale per il prodotto
ipv6 (l'unico cliente che mi risulta averla richiesta sei tu ;-) )

> Comunque concordo che non è certo una questione prioritaria, ma ritengo
> giusto segnalarla perché è uno degli esempi di cose di cui si parla da
> anni senza che ne esca fuori niente (nonostante si sia tutti d'accordo).
concordo, ma non vorrei che ipv6 distraesse troppe energie della RA
dagli sforzi immani richiesti dagli altri argomenti piu` urgenti ;-)

--
bye,
emilio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe