la solita domanda

enzoviscuso@cheapnet.it enzoviscuso a CHEAPNET.IT
Lun 20 Giu 2005 17:34:03 CEST


ITA-PE non e' una costituency ed e' bello e giusto che sia cosi'.

E' un :

LUOGO DI INCONTRO E DI DISCUSIONE TRA PERSSONE
INTERESSATE ALLA DISCUSSIONE SULLE PROBLEMATICHE DEL .IT.

Piu' degno di cosi' per avere un posto nella CR?

Il manifesto 1.2b (che dite, passiamo alla 1.3? contributi welcome)
recita, art.1:

> ITA-PE è un gruppo di persone liberamente associate accomunate dalla
competenza e dall’interesse per le questioni relative alla registrazione
dei nomi a dominio nel ccTLD .it, dell’uso della posta elettronica in
Italia
> e di tutte le questioni tecniche e regolamentari ad esse riconducibili.

>Scopo di questo gruppo è discutere ed approfondire le tematiche in
oggetto, operando con il fine di aiutare lo sviluppo e l’uso di Internet
in Italia.


Se adesso vi sono molti maintainer, tecnici ed avvocati, ci si augura che nel
futuro le cose cambino.
Magari tra due anni ci saranno molti medici, che ne sappiamo?


Ciao,
Vincenzo.




Vittorio Bertola wrote:

>Il giorno lun, 20-06-2005 alle 14:23 +0000, maurizio codogno ha scritto:
>
>
>>ps: mi sentirei meno solo se ci fosse qualcuno che fosse
>>d'accordo con me e replicasse a questo messaggio aggiungendo la
>>sua richiesta. Apprezzo però anche chi invece questo rappresentante
>>lo vuole eliminare esplicitamente, e quindi risponder  negativamente...
>>ma appunto lo espliciter .
>>
>>
>
>Io sarei favorevole a un rappresentante in CR di ITA-PE, se ITA-PE fosse
>una lista/associazione di utenti - quindi parallela ad ISOC e
>complementare alle altre constituency che esistono gi  per maintainer e
>simili. Mi sembra anche che questa fosse la chiara intenzione del
>consenso ratificato dall'assemblea di Pisa.
>
>Sono invece contrario al fatto che ITA-PE sia rappresentata in CR se:
>
>- è una associazione in cui ancora una volta la maggioranza o comunque
>una quota significativa è costituita da maintainer (che tra mnt2mnt,
>assoprovider e aiip mi sembrano gi  più che degnamente rappresentati) o
>comunque da non utenti;
>
>- è una lista che si configura come punto di incontro delle constituency
>(e quindi, per definizione, non può essere una constituency a sua
>volta).
>
>Personalmente, io penso che il ruolo giusto per ITA-PE sia quest'ultimo;
>anzi, io sarei per realizzare un nuovo manifesto della lista che, sul
>modello dei charter di newsgroup, la definisca come punto di discussione
>libera. Di constituency ne abbiamo gi  tante e di membri della CR anche,
>credo che ITA-PE sarebbe molto più utile se rimanesse un luogo di
>discussione aperta tra tutti noi, invece che una ulteriore arena per
>campagne pseudo-elettorali.
>--
>vb.             [Vittorio Bertola - v.bertola [a] bertola.eu.org]<-----
>http://bertola.eu.org/  <- Prima o poi...
>
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe