Root server (era Re: la solita domanda)

enzoviscuso@cheapnet.it enzoviscuso a CHEAPNET.IT
Mar 21 Giu 2005 14:12:48 CEST


Ok, se lo dici tu.
E il  RSAAC, visto che ci sei, e che sto studiando le questioni
in questi giorni, che fine ha fatto?

E allora l'RFC-2870 e' superato, quando dice:
"ICANN has become responsible for the operation of the root servers"

Ciao e grazie,
Vincenzo.



Vittorio Bertola wrote:

> enzoviscuso a cheapnet.it ha scritto:
>
>> Dimenticavo: dettaglio,  ICANN gestisce anche i root-server.
>
>
> Ehm... senti, sar�  che vengo da una settimana di scannamenti diplomatici
> ad alto livello anche su questa questione, ma... ICANN non gestisce un
> bel niente (se non le operazioni di uno dei 13 root server).
>
> I root server sono gestiti a titolo volontario e indipendente dai loro
> operatori, che non hanno nemmeno un contratto con chicchessia, n verso
> ICANN, n verso il governo americano. Esiste un contratto tra il governo
> americano e Verisign per l'appalto della gestione del root server
> "master", ossia quello su cui vengono inserite le modifiche alla root
> zone, che devono essere approvate da ICANN, registrate da IANA (che 
> attualmente gestita da ICANN sulla base di un altro contratto col
> governo americano), e ratificate dal governo americano stesso. Il fatto
> che poi i 13 root server mirrorino quella zona  essenzialmente
> questione di buona volont� .
>
> Non a caso arabi, cinesi, brasiliani eccetera (ognuno con le proprie
> sfumature) vorrebbero sostituire questo sistema con un ente
> intergovernativo che approverebbe le modifiche alla root zone e
> appalterebbe la gestione dei root server secondo contratti formali.
> --
> vb.             [Vittorio Bertola - v.bertola [a] bertola.eu.org]<-----
> http://bertola.eu.org/  <- Prima o poi...
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe