la solita domanda

enzoviscuso@cheapnet.it enzoviscuso a CHEAPNET.IT
Gio 23 Giu 2005 09:08:36 CEST


Enzo Fogliani wrote:

> Marco Negri ha scritto:
>
>> L'elemento distintivo della nuova ITA-PE, questa la mia opinione ed il
>> contenuto del manifesto,
>> č la competenza. Da qui la presentazione per l'iscrizione e la
>> procedura di
>> accettazione.
>
>
""Chiunque puņ iscriversi alla lista, dichiarando di accettare questo
manifesto e dichiarando le motivazioni dell’iscrizione stessa.""

Quindi non c'e' nessuna procedura di accettazione.

"La lista ha 20 giorni di tempo per esprimersi contro l’iscrizione con
votazione semplice"
C'e' una eventuale procedura di "non accettazione" a votazione.

Comunque, vorrei verificare se chi si scaglia contro questa procedura
sono gli stessi che hanno rifiutato
la accettazione di D.T. al gruppo Spam, esperto di Spam ed allora socio
di Isoc,
solo perche' aveva solo osato criticare qualcuno ...

> Quindi, i "padri fondatori" del manifesto sarebbero i compententi
> illuminati che decidono se chi chiede di iscriversi "dopo" e' anch'egli
> competente?



Non decidono i padri, ma tutta la lista, quindi anche i figli.

> Non mi sembra una grande idea. Anche perche' attualmente
> ognuno in ita-pe ha competenze proprie e variegate. Io per esempio non
> mi sento di giudicare quelle tecniche di un maintainer, ne' mi
> piacerebbe che un maintainer giudicasse le mie competenze giuridiche.
>
> Secondo me la competenza e l'autorevolezza derivano da cosa si scrive e
> si dice in lista, non da chi vi fa parte.


Esatto, allora sei d'accordo col manifesto:

""Il gruppo puņ,  tramite votazione qualificata, deliberare l'espulsione
dalla lista in caso di:

   1.

      comportamenti  che   impediscono  il  corretto  svolgimento  delle
      discussioni;""


Ita-pe ha ancora formalmente

> al suo interno le migliori competenze tecniche, ma nessuno ci scrive
> piu' qualcosa di interessante, e quindi non v'e' piu' alcuna
> autorevolezza. Non perche' chi vi e' iscritto non sia autorevole, ma
> perche' da tempo non si dice piu' nulla di autorevole o interessante.
>
>>
>> Una ITA-PE con le stesse regole di appartenenza della NA, ossia
>> chiunque in
>> pratica, non avrebbe
>> alcun senso.
>
>
> Lo ha eccome, se ritorna ad essere quello che era prima. Ossia un punto
> di collegamento fra tutti gli interessati alla rete.


Il Manifesto dice proprio questo:

""ITA-PE č un gruppo di persone liberamente associate accomunate dalla
competenza e dall’interesse per le questioni relative alla registrazione
dei nomi a dominio nel ccTLD .it, dell’uso della posta elettronica in
Italia e di tutte le questioni tecniche e regolamentari ad esse
riconducibili.""


> I super-esperti e i
> super-competenti hanno gia' le loro liste ( e le loro costituency) in
> cui discutono.



Ripeto, visto che sei l'unico che non vuole capire:

"ITA-PE č un gruppo di persone liberamente associate accomunate dalla
competenza e dall’interesse per le questioni relative alla registrazione
dei nomi a dominio nel ccTLD .it, dell’uso della posta elettronica in
Italia e di tutte le questioni tecniche e regolamentari ad esse
riconducibili."

"Chiunque puņ iscriversi alla lista, dichiarando di accettare questo
manifesto e dichiarando le motivazioni dell’iscrizione stessa."

>
> Ciao,
>
> Enzo.
>
> --
> --------------------------> <-------------------------
> Avv. prof. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
> Tel.: +39-06-35346935; Fax: +39-06-35453501
> http://www.fog.it/enzo  - E-Mail: fog a fog.it
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe