R: Convocazione Assemble 12 Luglio 2005. (era convocazione invalida)

Avv. Gianluca Navarrini avv.navarrini a TIN.IT
Mar 28 Giu 2005 14:09:17 CEST


Ignazio Guerrieri ha scritto:
> Claudio Allocchio ha scritto:
>
>
>>Per quanto riguarda la maggioranza necessaria per dichiarare lo
>>scioglimento, ne abbiamo gia' discusso. NON c'e' scritto da nessuna parte,
>>ma sembra "ragionevole" prevedere che se a dichiararlo sia la maggioranza
>>assoluta degli aventi diritto di voto, la cosa non possa essere
>>contestata, e quindi e da li che si presume che sia meglio avere questa
>>maggioranza assoluta. Ovviamente sarebbe una delibera valida anche se
>>venisse votata a maggioranza semplice, da quello che dice lo Statuto.
>>
>
> Assolutamente no.
> Lo statuto dice chiaramente (ultimo comma, art. 3) che per le modifiche allo
> stesso (e cacchio, lo scioglimento direi che lo è) è necessaria la
> maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto.
> Saluti.
>

Pedonate se intervengo di nuovo.
Per quanto riguarda le maggioranze assembleari per la validità delle
deliberazioni, il cod. civ. dispone che

---
21. Deliberazioni dell'assemblea.
1. Le deliberazioni dell'assemblea sono prese a maggioranza di voti e con
la presenza di almeno la metà degli associati. In seconda convocazione la
deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti. Nelle
deliberazioni di approvazione del bilancio e in quelle che riguardano la
loro responsabilità gli amministratori non hanno voto.
2. Per modificare l'atto costitutivo e lo statuto, se in essi non è
altrimenti disposto, occorrono la presenza di almeno tre quarti degli
associati e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
3. Per deliberare lo scioglimento dell'associazione e la devoluzione del
patrimonio occorre il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.
---

Come si vede, lo stesso cod. civ. distingue tra maggioranza per
*modificare* lo statuto  (art. 21 comma 2) e maggioranza per deliberare lo
  *scioglimento* di una associazione (art. 21 comma 3).
Mentre la delibera di modificazione dello statuto può essere disciplinata
dallo statuto in modo diverso da quanto prescritto dalla legge, la delibera
di scioglimento deve in ogni caso essere assunta con il voto favorevole di
almeno 3/4 degli associati.

A mio modesto avviso, tuttavia, la situazione in cui versa la NA non è né
quella di portare modifiche allo statuto, né quella di dover deliberare lo
scioglimento dell'associazione. La NA deve limitarsi a dichiarare la
propria *estinzione* per sopravvenuta impossibilità di conseguire lo scopo
associativo (che peraltro non è enunciato dallo statuto, che come tale
sarebbe affetto da nullità per indeterminatezza dell'oggetto associativo).

Visto che a seguito di tale dichiarazione di estinzione non occorre
procedere alla nomina di liquidatori, né a deliberare sulla devoluzione del
patrimonio (giacché non c'è - allo stato - alcun patrimonio da devolvere,
né altri rapporti da liquidare), ritengo che sia possibile procedere con
una delibera a maggioranza semplice, con cui - semplicemente - si dichiara
l'impossibilità del raggiungimento dello scopo primigenio della NA.

Per completezza, riporto qui di seguito, l'art. 27 cod. civ., che regola
l'estinzione delle associazioni.

---
27. Estinzione della persona giuridica.
1. Oltre che per le cause previste nell'atto costitutivo e nello statuto,
la persona giuridica si estingue quando lo scopo è stato raggiunto o è
divenuto impossibile.
2. Le associazioni si estinguono, inoltre, quando tutti gli associati sono
venuti a mancare.
3. [L'estinzione è dichiarata dall'autorità governativa, su istanza di
qualunque interessato o anche d'ufficio].
---

Il comma 3 è stato abrogato nel 2000, con l'entrata in vigore del D.P.R. 10
febbraio 2000, n. 361, il cui art. 6 dispone che:

---
1. La prefettura, la regione ovvero la provincia autonoma competente
accerta, su istanza di qualunque interessato o anche d'ufficio, l'esistenza
di una delle cause di estinzione della persona giuridica previste
dall'articolo 27 del codice civile e dà comunicazione della dichiarazione
di estinzione agli amministratori e al presidente del tribunale ai fini di
cui all'articolo 11 delle disposizioni di attuazione del codice civile.
2. Chiusa la procedura di liquidazione, il presidente del tribunale
provvede che ne sia data comunicazione ai competenti uffici per la
conseguente cancellazione dell'ente dal registro delle persone giuridiche.
---

La normativa si riferisce alle associazioni riconosciute (cioè dotate di
personalità giuridica), ma è pacificamente applicabile anche alle
associazioni non riconosciute (come la NA), eccezion fatta per le regole
relative all'iscrizione nel registro delle persone giuridiche.

La stessa normativa - lo sottolineo - distingue nettamente tra
*scioglimento* (volontario) dell'associazione ed *estinzione* (necessitata)
della stessa.

Giova - sempre per completezza ed a suffragio di quanto detto da ultimo
sulla differenza tra scioglimento ed estinzione - riportare anche l'art. 11
delle disp. att. del cod. civ. (tra parentesi quadre i riferimenti al cod.
civ.).

---
1.Quando la persona giuridica è dichiarata estinta [c.c. 27] o quando
l'associazione è sciolta [c.c. 21], il presidente del tribunale, su istanza
degli amministratori, dei soci, dei creditori, del pubblico ministero o
anche di ufficio, nomina uno o più commissari liquidatori, salvo che l'atto
costitutivo o lo statuto non preveda una diversa forma di nomina e a questa
si proceda entro un mese dal provvedimento. La preventiva designazione dei
liquidatori nell'atto costitutivo o nello statuto non ha effetto.
2. Quando lo scioglimento dell'associazione è deliberato dall'assemblea, la
nomina può essere fatta dall'assemblea medesima con la maggioranza prevista
dall'articolo 21 del codice.
3. Possono essere nominati liquidatori anche gli amministratori uscenti.
4. In ogni caso la nomina fatta dall'assemblea o nelle forme previste
nell'atto costitutivo o nello statuto deve essere comunicata immediatamente
al presidente del tribunale.
---


Pur sapendo che la proposta non verrà accolta, ritengo che possa
dichiararsi l'estinzione della NA già il 12 luglio p.v. e pertanto chiedo
al presidente di voler porre la questione all'ODG.

Cordialità
Gianluca Navarrini


---
avast! Antivirus: In partenza messaggio pulito.
Virus Database (VPS): 0526-1, 28/06/2005
Controllato il: 28/06/2005 14.09.18
avast! - copyright (c) 1988-2005 ALWIL Software.
http://www.avast.com



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe