NA, ITA-PE e deleghe

Marco Negri marco a INET.IT
Gio 30 Giu 2005 09:08:52 CEST


Spettabile Presidente della Naming Authority Italiana
Prof. Claudio Allocchio

Oggetto: Delega per l'Assemblea della NA del 12/07/2005

Caro presidente, probabilmente io non potrò fisicamente partecipare
all'assemble del 12.
Ovviamente non ho intenzione di delegare nessuno per ovvie ed evidenti
motivi.
Mi permetto però di chiederle la cortesia di accettare la nota qui di
seguito riportata come
mio intervento all'assemblea stessa.
Auspico, nei limiti del possibile, che possa essere letta all'assemble
stessa e citata nel verbale
della medesima.
Grazie
    Marco Negri

---- Intervento all'assemble della Naming Authority del 12/7/2005 -----

Il 12 ci sarà l'assemblea della NA.
Auspico, anche se dall'esterno, che possa felicemente essere l'ultima.
Non trovo rilevante se lo scioglimento sarà fatto con onore (mozione
Giunchi)
con infamia (mozione Codogno) o per esaurimento dello scopo sociale
(mancanza
del numero legale).
In ogni caso sarò esterno intanto perchè forse non potrò parteciparvi e,
anche se
ci riuscissi, chiederei di non essere incluso nella lista dei presenti in
quanto, come già detto,
per me la NA ha chiuso da tempo.
Ma, una volta sciolta, ciò che ne resterà sarà ITA-PE per la quale sarò
presente,
forse fisicamente, sicuramente in spirito.
Nella riunione di ITA-PE non so cosa si discuterà ma sono convinto di alcune
cose:
1) Non ci saranno votazioni, per il semplice motivo che ITA-PE non ha mai
votato,
le sue regole interne sono sempre state quelle del rough consensus.
2) Non ci saranno deleghe, le sue regole sono sempre state basate sulla
partecipazione diretta.
3) Si discuterà anche del manifesto proposto da me inizialmente, poi con
altri, alla fine in 39.
So che ci sono opinioni diverse in merito a questo numero e le rispetto
tutte, la mia
personalissima è che 39 persone siano veramente tante nel panorama attuale
di Internet.
39 persone rappresentano un numero importante rispetto agli iscritti
non-zombie della NA
e rispetto alle persone realmente rappresentate in altre costituiencies.

Concludo ribadendo le linee guida che mi piacerebbe vedere nella nuova
ITA-PE, che poi sono
simili a quelle della vecchia ITA-PE con solo qualche ammodernamento
considerando che sono
passati ormai piu' di 10 anni dalla sua nascita:

    "ITA-PE dovrebbe essere un gruppo di persone caratterizzate da
competenza in materia e disposte
    a dedicare un po' di tempo al lavoro comune.
    Scopo di questo gruppo di persone dovrebbe essere quello di
rappresentare un momento di
    critica scientifica (non politica) alle 'faccende internet' Italiana,
esprimento considerazioni prettamente
    tecniche, basate sul metodo scientifico, alle proposte ed alle
problematiche della rete in Italia".

Niente potere, niente autorità solo autorevolezza. Almeno questa la
proposta, anzi la speranza.

Però il manifesto, nonostante il grande numero di sottoscrizioni, ha
raccolto anche un esagerato numero
di critiche.
Progressivamente mi sono fatto la convinzione, leggendo gli interventi ed
osservando quando accade,
che al centro di queste polemiche non vi sia il manifesto, bensi l'eventuale
posto nel Comitato Regole.
Il posto nel Comitato Regole poteva rapresentare, per ITA-PE, un mattoncino
nella strada dell'affermazione
della propria autorevolezza. Però il mattoncino, veramente esiguo, con così
tante polemiche,
diventa irrilevante.
Allora concludo è mia opinione che ITA-PE debba rinunciare a questo "posto"
o alle polemiche.
Lo stesso vale per la mia personale disponibilià nei confronti del CR: o è
senza polemiche rilevanti,
con pressochè tutti sereni o, altrimenti, risparmio con gioia il mio tempo
per fare cose
molto piu' interesanti e costruttive.

Sperò che l'incontro del 12 possa raggiungere questi 3 obbiettivi
(scioglimento della NA, affermazione della nuova ITA-PE,
rinuncia al "posticino" nel CR) per poter cominciare a lavorare a partire
dal 13.

Ciao
     Marco

-----
... Nothing Else



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe