il nuovo whois: bella cagata

Paolo Furieri pfurieri a NTC.IT
Ven 11 Mar 2005 11:07:54 CET


opensrs, registrar di .com/.net ecc, ha un blocco a 200 whois al giorno 
per ogni IP di provenienza.

certo, loro sono canadesi e non devono rispettare le regole privacy italiane, 
comunque mi pare un metodo sufficiente per prevenire o limitare la raccolta 
massiccia.

tornando al "nostro" problema:
certo che almeno un piccolo sforzo per prevenire lo sgomento, lo 
potevano fare:

visto che e' whois e' un servizio "globale", almeno una aggiunta all'output 
del whois "normale":

"i dati visualizzati sono solamente una parte di quelli 
disponibili; per vedere i dati completi del dominio, andare su 
www.nic.it........" e relativa traduzione, ce la potevano mettere. e questo 
non e' un intervento "caro" da implementare.

Paolo Furieri
Netcom srl
Via del Gavardello, 69 - 52100 - Arezzo
Tel 0575 380590 - Fax 0575 981701

On Fri, 11 Mar 2005, Marco d'Itri wrote:

> On Mar 11, Vittorio Bertola <vb a BERTOLA.EU.ORG> wrote:
>
>> Marco d'Itri ha scritto:
>>> Ed ecco qui l'ennesima novità non richiesta per renderci la vita più
>>> difficile. Ovviamente non c'è modo di usarlo senza un browser grafico.
>> Trovo giustificate le lamentele sullo scarso preavviso, ma finalmente
> No, il problema non è il preavviso ma quello che è stato fatto, che mi
> complica notevolmente il lavoro. E a giudicare dalle risposte ricevute
> direi che non è solo un problema mio.
>
>> non basterà più uno script kiddie per fare raccolta di email dalla porta
>> 43...
> Ora dimmi: a tuo giudizio, tra queste due posizioni:
> - whois aperto a ogni query senza limite
> - whois sostanzialmente inutile
> pensi o no che ne esistano altre che impediscano l'harvesting di
> indirizzi (non ho voglia di discutere se questo è un problema o no,
> quindi accettiamo pure questo postulato) senza rendere inutile il
> servizio?
>
>> Per il vero risultato (ossia mettere il Whois in regola con la
>> nostra legislazione sulla privacy) toccherà aspettare ancora qualche
>> tempo, ma anche su quello il lavoro è a buon punto.
> Non deve essere un gran problema se la RA si può permettere di
> continuare a "violarla"...
>
> --
> ciao,
> Marco
>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe