il nuovo whois: bella cagata

Control C master a CHIARI.NET
Ven 11 Mar 2005 11:56:48 CET


Alessandro Ranellucci wrote:

>.......................Non sarebbe stato carino installare prima la nuova
> interfaccia web in modo che i maintainer potessero aggiornare
> definitivamente i propri applicativi?

Questa nota mappa bene il problema di fondo: le "antenne" del network
non sono ancora ben filtrate presso la Commissione Regole e il Registro
non e' ancora, pur con tutta la sua *responsabilita', "immerso" nella
Rete.

Genii pure noi che abbiamo  skippato una precaria ma concreta surroga di
Ignazio - e tutta 'sta patata fa emergere encora una volta la
!necessita'! del canale ita-pe, unica lista liberale/open @uffici di
Registro.
Tra l' altro o il Registro "si immerge" appunto nella rete o viene
"risucchiato" nei casini del riordinamento  CNR ... non e' una roba
"politica" - e' una roba concreta, quotidiana, *tecnica* ... oppure non
ho capito un tubo io.

Nel MERITO della discriminazione dei dati sensibili whois la mia
opinione e' che si deve partire dalla distinzione fra l'
identita'_imprenditoriale_in rete degli assegnatari  & fornitori di
servizi (le cui referenze di contatto pure civiche e analogiche vanno
esposte tutte perche'dati_non_personali) e l' identita'_civile degli
assegnatari_persone di cui vanno esposti solo gli oggetti (nichdl,
chiave pubblica qando verra' ecc) pseudonimi. Sviluppato in un articolo
nel numero fine 2004 di focus.it.

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe