bozza manifesto 0.0

Marco Negri marco a INET.IT
Lun 2 Maggio 2005 13:34:19 CEST


"ITA-PE, nascie nel 1994 con lo scopo di discutere di posta eletronica in Italia,
dalla collaborazione tra il gruppo di lavoro accademico GARR-PE e i neo nati
ISP Italiani (I.NET, IT.NET ecc. ecc. completare la lista dei primi).
Nel 1997 in accordo la registratoion authority del ccTLD .it viene formalizzata
la competenza di ITA-PE nella definizione delle regole di registrazione dei nomi
a dominio nel ccTLD stesso.
A tail fine ITA-PE si trasforma in un associazione chiamata Naming Authority.
Questa associazione lavora dentro e con ita-pe nella definizione delle regole sino
al 2003 quando la competenza passa al neonato Comitato delle Regole".

Pierfranco io non ho nulla contro la storia, tantomeno contro un pezzo di storia
a cui ho assistito in prima persona.
Di principio però sono contrario a citare le "origini" all'interno di un manifesto o di
uno statuto.
Sono però convinto che sarà semplice mettere su un sito, magari http://cctld.it,
una storia dettagliata, completa e condivisa di GARR-PE, ITA-PE, NA, ITA-PE.
Sono altrì convinto che Ctrl-C (Giorgio al secolo) ne sarebbe un ottimo curatore.

In ogni caso non ne farò una questione religiosa, se la maggioranza vorrà inserire
un cenno sulle origini lo farò.

Intanto ne ho proposta una versione.

Ciao
      Marco

---
Marco Negri
... Nothing Else


----- Original Message -----
From: "Pierfranco Bini" <bini a DSMLAB.IT>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Monday, May 02, 2005 2:31 PM
Subject: R: bozza manifesto 0.0


>> ------------------------------------------------
>> Manifesto per il gruppo di interesse ITA-PE.
>>  ITA-PE è un gruppo di persone liberamente associate tramite una
>>  maling list accoumunate dalla competenza e dall'interesse per le
>>  questioni relative alla registrazione dei domini nel ccTLD .it,
>>  della posta elettronica in Italia e di tutte le questioni tecniche
>>  e regolamentari ad esse riconducibili.
>
> Io aggiungerei qualcosa di questo tipo:
>
> "Dal 1998 al 2003 ITA-PE ha svolto il ruolo di Naming Authority contribuendo
> alla stesura delle prime versioni ufficiali delle regole di Naming."
>
> Non tanto e non solo per non rinnegare il passato, quanto per rimarcare il
> particolare legame (paterno??) con il CR.
> Altrimenti qualsiasi gruppo di interesse con un identico manifesto potrebbe
> ragionevolmente richiedere un rappresentante in seno al CR.
> Anche se "chiedere" non vuole automaticamente dire "ottenere", mi sembra
> giusto connotare la nostra constituency (termine che detesto!) con il valore
> del lavoro svolto, per positivo o negativo che possa essere valutato.
>
> Tutto il resto mi sembra ok!
>
> Ciao a tutti,
>
> Pierfranco Bini
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe