Contenuti

Marco Negri marco a INET.IT
Mer 4 Maggio 2005 14:13:36 CEST


Parole sante a cui aderisco al 100%.
Aggiungo una cosa:
La NA **non** era democratica in quanto **non** era espressione di nessuno.
Non rappresentava gli utenti, non rappresentava lo stato, non rappresentava gli operatori.
Rappresentava solo se stessa, ossia nessuno.
Ha giustamente deciso, sottolineo deciso, di cedere il pallino ad una "cosa" imperfetta,
forse oscena, sicuramente non "democratica" ma ... meno peggio della NA.
ITA-PE rappresenta una delle componenti che, in concorso con le altre, rende il comitato
regole meno osceno della NA. Non solo: ITA-PE puo' contribuire a far evolvere questo
modello imperfetto. Quello che non puo' fare (perche' non ne ha fortunamente la possibilitÓ)
Ŕ di tornare al modello piu' osceno della "vecchia NA".
Detto questo ribadisco:
1) La maggioranza si Ŕ chiaramente espressa a favore dello scioglimento della NA.
2) La maggioranza si Ŕ chiaramente espressa a favore del modello mailing list.
3) La maggioranza si Ŕ chiaramente espressa a favore della nomina del componente CR (il resto sono sofismi).

Fatte queste premesse:
    Il manifesto proposto riporta fedelmente l'opinione della maggioranza (infatti le pochissime
    osservazioni fatte sono state incluse o ritirate).

Concludo:
    Chi ci sta lo dica, chi non Ŕ d'accordo puo' andarsene. Vuole fare un'altra ita-pe ? Lo faccia!
    Siamo chiari ita-pe sono 30~40 persone, di cui la stragrande maggioranza si Ŕ giÓ espressa
    a favore. Ci sono 2~3 persone che vogliono uscire e fare, in 2 gatti, un'altra ita-pe ?
    Si accomodino .......

Quello che ho sintetizzato (non inventato, non proposto) Ŕ una cosa ragionevole che consente,
dopo piu' di un anno, di fare un passo in avanti verso una cosa decisa dall'assemble NA stessa
con 147 voti a favore 3 contrari!!!!!!!!
I 3 contrari sono pregati di accettare democraticamente la decisione dei 147. Possono restare
o andare ma devono ricordare che la democrazia ha le proprie regole. 147 a 3 non ha bisogno
di commenti.


Ciao
      Marco

---
Marco Negri
... Nothing Else


----- Original Message -----
From: "Control C" <master a chiari.net>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Wednesday, May 04, 2005 10:01 AM
Subject: Re: Contenuti


> Roberto Picchiottino propone "come scopo" ita-pe:
>
>>........................................................ il riprendersi il potere
>> legislativo, in fatto di materia domini .it
>
> Da quando abbiamo votato (147 voti a favore, 3 astenuti) una Commissione
> Regole non sottoposta allo statuto NA abbiamo, a mio avviso, perso il
> diritto di "decidere da soli" cose del genere: possiamo decidere quello
> che vogliamo fare (o non fare) di ita-pe ma non possiamo dire ad AIIP
> ASSOPROVIDER GARR ISOC MNT2MNT "scusate, abbiamo cambiato idea".
>
> Simmetricamente, possiamo raffinare la latitudine e i processi dei
> nostri "contenuti" (che e' poi la sostanza di un working group) ma non
> possiamo motificare il titolo (utenti, clienti, consumatori - diciamola
> come vogliamo - ma NON concessionari mnt del Registro) della *nostra*
> rappresentaza in CR.
>
> Piu' articolato, Alessandro Ranellucci:
>
>>................................................trasformare ITA-PE in una
>> Commissione di Vigilanza sulla 'commissione regole'.
>
> "Vigilanza sulla consulenza" (cio' esercita la Commissione Regole) forse
> risolve qualcosa ma apre un preciso paradosso: quello di chi interviene
> su cio' che "hanno fatto gli altri". Il rischio e' di costituire una
> paradossale e insidiosa subalternita'. Mi manterrei sulla piu' solida e
> condivisa base di "partecipare alla consulenza".
>
> In somma e francamente: diamo la mano che possiamo alla Commissione
> Regole o pensiamo di averlo piu' lungo degli altri ?
>
> Giorgio
> :::::::
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe