discriminazione di eleggibilita'

Marco Negri marco a INET.IT
Ven 6 Maggio 2005 12:54:25 CEST


Giorgio personalmente č una questione sulla quale preferirei non esprimermi per una
semplice considerazione:
    Anche se č vero che non ho piu' nessun interesse "lucroso" nella registrazione dei domini č
altrettanto vero che non ho nulla in contrario ne nessuna paura di chi porta i proprio interessi.
Sarei piu' favorevole ad un approccio diverso, che potremmo tentare di scrivere, basato su questi principi:
    1) Gli iscritti devono dichiare i potenziali conflitti di interesse tra le decisioni di ITA-PE e le loro
        attivitā proffessionali.
    2) Gli iscritti possono sempre esprimere la loro opinione ma devono astenersi dalle votazioni ove hanno
        evidenti conflitti di interessi.
Fammi fare qualche esempio:
    Un avvocato che gestisce causee o arbitrati in materia di domini č assolutamente il banvenuto e, secondo me,
    puo' anche esprimere il suo voto. Magari se si dovesse votare un punto che riguarda un suo caso, una norma
    specifica che sta trattando o che gli porta un evidente vantaggio/svantaggio nel breve si deve astenere.

Poi ci sarā chi non si asterrā mai perche' non ha conflitti di interessi, chi per eccesso etico si asterrā anche in
presenza del minimo dubbio e anche chi, puo' succedere, farā un po' il furbetto.
Ma sono situazioni gestibili.
Cosa ne dici ?

Ciao
      Marco

---
Marco Negri
... Nothing Else


----- Original Message -----
From: "Control C" <master a CHIARI.NET>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Friday, May 06, 2005 12:09 PM
Subject: discriminazione di eleggibilita'


> Marco Negri:
>
>> Mi spiego: poiche concordiamo sul fatto che dopo lo scioglimento della
>> NA il suo statuto non sarā piu' efficace, concordiamo sul fatto che, da
>> quel momento, ITA-PE sarā totalmente indipandente dallo statuto stesso.
>> Il punto di "divergenza" č che, a mio avviso, questa indipendenza sia
>> giā in essere ora per varie ragioni sia tecniche che di opportunitā.
>
> La considerazione e' avvalorata dalla facolta' *gia'* riconosciuta ad
> ita-pe di selezionare delegato proprio. Riconosciuta e pure in una
> precisa occasione sollecitata:
>
> http://listserv.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0402&L=ITA-PE&P=R2822&D=0&H=0&I=-3&O=T&T=1
>
> A proposito della delegazione, Marco, una soluzione di consenso e "basso
> impatto" potrebbe essere:
>
> -la partecipazione alla lista e' indiscriminata e "a persone";
> -dalle fasi elettorali (o quantomeno dall' elettorato passivo) sono
> discriminati (ovvero si astengono) le persone che esercitano attivita'
> lucrose nella assegnazione o riassegnazione dei nomi a dominio .it
>
> Chiedo se un concetto del genere (se condiviso) e' meglio scriverlo in
> un manifesto programmatico o in un regolamento elettorale allegato.
>
> Ma troverei comunque davvero poco trasparente, e molto ingenuo, chiudere
> gli occhi di fronte a questo nodo: stiamo discutendo le "basi" del
> nostro futuro.
>
> Giorgio
> :::::::
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe