discriminazione di eleggibilita'

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Ven 6 Maggio 2005 19:23:20 CEST


Giorgio, Marco,

    Mi sembra che stiamo andando in una direzione poco concludente.
Ancora non abbiamo scritto nel manifesto cosa vorremmo essere o non
vorremmo essere, e gia' stiamo discutendo su come espellere eventuali
membri non graditi, chi possa o non possa essere eletto, e via dicendo.

    La vedo un po' fuori da quelli che dovrebbero essere gli obbiettivi
della lista. Sembra quasi che dobbiamo eleggere chissa chi e chissa
dove, dotandolo di chissa quale potere; quando in realta' non solo
l'eletto di  potere non ne avra' nessuno, ma non sara' probabilmente
neppure ascoltato. E tanto la lista sente il bisogno del suo
rappresentante nella CR che in un anno non l'ha neppure sostituito.

Cio' premesso, e ribadendo l'auspicio di non dover discutere di queste
cose ma di altre a mio avviso piu' importanti, ribadisco che secondo me
ita-pe dovrebbe mantenere la sua struttura democratica attuale.

La mia e' una visione anti-costituency, ed e' una mia posizione nota da
tempo. A me piacerebbe che in ita-pe ci sia chi vuole, indipendentemente
dal cappellino che porta; e che possa esservi sia chi non ha nessun
cappellino, sia chi ne potrebbe avere piu' d'uno.

E' ovvio poi che ognuno sia portatore di piu' interessi diversi. La
societa' democratica funziona cosi'. E funziona bene: chi e' eletto, lo
e' perche' verosimilmente raccoglie  attorno al suo anche interessi altrui.

Io non metterei pali e paletti, o motivi di ineleggbilità. Se in ita-pe
siamo "persone" e non "cappellini", siamo anche in grado di valutare se
eleggere uno o l'altro; tanto piu' che - ripeto - non mi sembra ci sia
gran che da spartire.

Ciao,

Enzo.

--
--------------------------> <-------------------------
Avv. prof. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.: +39-06-35346935; Fax: +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo  - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe