manifesto 0.3

maurizio codogno puntomaupunto a TIN.IT
Mer 11 Maggio 2005 15:55:46 CEST


Ho messo in linea la versione 0.4,
http://xmau.com/NA/manifesto-0.4.html .
Un po' di commenti vari:

Enzo:

>"Organo ufficiale" e' una dizione priva di significato e giuridicamente
>fuorviante. Che significa ufficiale? Perche' organo? Ita-pe e' la lista
>stessa.
>Meglio forse indicare semplicemente che i membri del gruppo
>interagiscono fra loro ed esprimono le loro opinioni attraverso la lista.

ita-pe non è *esattamente* la lista stessa, perché uno può essere
iscritto alla lista ma non poter votare. Capisco comunque l'idea.

[votazioni]
>Mi sembra piu' giusto predisporre:
>- a) un quorum determinato in base ad una percentuale degli iscritti,
>anche bassa;
>- b) un dispositivo che escluda dalla lista i disinteressati in base
>alle votazioni in lista;

ci sono anche le giuste osservazioni di Emilio sul fatto che il 30%
potrebbe essere troppo per certe votazioni, e le controdeduzioni di
Marco. Non so esattamente che cosa fare: se devo essere sincero, per
come la vedo io le "votazioni vere" dovrebbero essere molto poche,
tipo l'elezione del coordinatore o di eventuali rappresentanti, mentre
al più ci potranno essere vari "voti informali" (straw poll
all'inglese) che non metterei nemmeno nel manifesto, o al massimo
specificherei che si possono fare senza entrare nei dettagli.

Per l'uscita automatica dalla lista avevo scritto qualcosa,
ma mi pare che non ci sia un consenso: lo lascio ancora come
"testo su cui parlare".

Coordinatori:
va bene, ho capito :-)
Coordinatore più vice che coordina solo quando il "capo" non può.
Si vota il ticket, durata un anno, non rieleggibilità immediata
del coordinatore (nemmeno come vice ;-)
Perché non voglio la rieleggibilità immediata? perché non mi piacciono
i posti a vita, per quello che poi dovrebbe essere un incarico
"leggero" (almeno nelle mie intenzioni)

>Inoltre il coordinatore viene eletto, non nominato.

good point! ho riformulato l'articolo.

>---------------------------------------
>"/Chiunque può iscriversi alla lista, dichiarando di accettare questo
>manifesto e dichiarando le motivazioni dell'iscrizione stessa/. "
>---------------------------------------
>Chiedere la motivazione dell'iscrizione e' inutile. Non puo' che essere
>quella indicata nel manifesto!

mah, si potrebbe comunque chiedere una presentazione o qualcosa
del genere. Fa molto mailing list, lo so, ma credo sia utile.

>Dire "modo motivato" non basta. Bisogna anche indicare per quali motivi
>si puo' essere espulsi dalla lista.

così ad occhio la gente da togliere dalla lista sono i "morti viventi"
e i troll. Per i primi si può pensare a un altro sistema di pulizia,
per i secondi si potrebbe scrivere "rendono difficili le discussioni
nella lista" ma scritto così mi metto già a ridere da solo. Ci sono
suggerimenti?

>Non mi e' chiaro il motivo di questa complicata gerarchia. se tutti
>possono scrivere alla lista, perche' deve esistere una categoria
>intermedia di sicritti che non fanno parte del gruppo (a parte quelli
>iscritti nella pendenza dei 10 giorni dall'iscrizione)?

l'idea è che c'è chi vuole semplicemente vedere cosa capita in lista
e chi è iscritto a pieno titolo, un po' come capita adesso.
Altre formulazioni sono benvenute.

Frecciata finale per Giorgio. Una mailing list e basta fa tante
belle cose, ma non elegge rappresentanti da nessuna parte. A me
del rappresentante in CR interessa una cippa, ad altri magari sì :-)

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe