esercizio di logica

Marco Negri marco a INET.IT
Ven 13 Maggio 2005 08:23:44 CEST


Capisco le osservazioni sulla necessità di semplicità sollevate
da molti, sono osservazioni serie.
Pero' o letto e riletto la versione 0.4 e non mi sermbra poi così complicata.
Maurizio, le mie osservazioni alla 0.4:

La riga gialla del punto 3 è superflua.

I termini riportati al punto 10 andrebbero integrati con quelli del punto 3.
    (a) ..... durare tra 7 e 14 gg. ecc. ecc.

Punto 11: non funziona, la lista deve avere un meccanismo di voto ma, concordo con te,
deve essere uno strumento saltuario e, in ogni caso, uno strumento di lavoro non di competizione.
Potrebbero non esserci votazioni per me se il lavoro procede per sintesi condivise.
Il meccanismo di votazione, salvo poche eccezzioni, serve per uscire da situazioni di stallo.
Ti faccio un esempio: il gruppo scrive una relazione per il ministero delle comunicazioni della
Nigeria. Dopo 6 mesi di lavoro ci sono due paragrafini su cui ancora si discute e non si riesce ad
uscirne: bene qua si vota.
Ho proposto una soglia di voto sia in percentuale che in valore assoluto proprio per non essere "invalidati"
dai cadaveri.
Poi se i cadaveri diventassero tantissimmi i casi sarebbero due: o la lista sta morendo o si applica il punto 9.
Conclusione: propongo di togliere il punto 11.

La prima riga del punto 13 è talmente importante che teneterei di metterla in un posto piu' nobile diciamo nei
primi 10 punti.
Le altre 4, pur condividendo l'opinione di Maurizio, sarei per eliminarle. Eliminarle per semplificare e rimandare
la discussione per l'eventuale 2.0.

Maurizio io penso che la 0.5 massimo la 0.6 possano diventare la 1.0.
Se la 1.0 avrà bisogno di aggiustamenti lavoreremo per costruire una 2.0.

Ciao
      Marco

---
Marco Negri
... Nothing Else


----- Original Message -----
From: "maurizio codogno" <puntomaupunto a TIN.IT>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Thursday, May 12, 2005 10:44 AM
Subject: esercizio di logica


> (prima che Giorgio si preoccupi: questo messaggio è serio ma non
> incazzato, anche se potrebbe sembrare l'opposto)
>
> Io parto dal principio che ita-pe voglia avere un rappresentante in CR.
> (se non è vero, tanto meglio, e saluti a tutti).
>
> Io vedo tre possibilità - di nuovo, se ne avete una quarta o una
> quinta o una sesta basta scriverle.
>
> [1] c'è un "dittatore" che nomina lui. A questo punto è inutile
> perdere tempo con il manifesto.
>
> [2] si fa come in IETF, dove formalmente c'è iscrizione libera e
> votano tutti, ma in pratica ci sono i soliti noti che dietro le
> quinte fanno e disfano a loro piacimento. In questo caso di nuovo
> non serve il manifesto, e si può tranquillamente lasciare solo
> l'articolo 1.
>
> [3] si vuole che votino davvero tutti. Ma allora a cascata ne consegue
> - che ci vuole qualcuno che organizzi il voto
> - che occorre votare per chi organizza il voto
> Notate che non è affatto detto che si debba arrivare a tutto quello
> che c'è scritto nel manifesto 0.4: ad esempio, non c'è bisogno di
> un vice (se per un po' non c'è il coordinatore, si aspetta e non
> muore nessuno); non c'è bisogno di avere iscrizioni e cancellazioni
> (chi c'è, c'è. Alla peggio, non verrà eletto chi ci piace, ma
> chissenefrega); non c'è nemmeno bisogno di mettere limiti temporali
> per i voti (ce ne sarebbero così pochi...)
>
> Detto questo, taccio per un po': quagliate voi su una proposta, e poi
> darò una mano a metterla su in pratica.
>
> ciao, .mau.
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe