Manifesto 0.5]

enzoviscuso@cheapnet.it enzoviscuso a CHEAPNET.IT
Mar 17 Maggio 2005 13:08:05 CEST


Scusate, volevo scrivere altri dettagli, e mi ero dimenticato:

"Modalita' di decisione" e quorum.
Innanzitutto, quando si scrive: "dura non (*) meno di 7 giorni e non
piu’ di 14."
si intende come "durata a priori" oppure "durata effettiva"?

Se lo intendiamo come "durata a priori" (cie' stabilita al momento della
proposizione
della votazione), il problema del quorum si risolverebbe cosi':
aggiungendo "e in ogni caso non prima del raggiungimento del minimo
necessario dei votanti"
In teoria, una votazione puo' durare all'infinito, ovvero tutti i membri
attivi sono obbligati
a votare, se non ne sono impossibilitati. Cio' si riflette nel fatto
che, se un membro di ita-pe
non vota, non potra' piu' fare interventi in lista, altrimenti ammette
di essere presente,
quindi, perlomeno dovra' scrivere "mi astengo".

Oppure occorre precisare, nella frase "un membro si disinteressi in modo
palese all’attività del gruppo",
cosa si intenda - nella NA era "non partecipa a 3 assemblee", qui
potrebbe essere
"non partecipa a 5 votazioni consecutive", "non partecipa alla
discussione da un anno",
etc.

v.v.

(*) Ho preferito spostare i "non" dopo "dura"


enzoviscuso a cheapnet.it wrote:

>
> Sempre tornando al confronto tra le mie proposte
> e il manifesto 0.5, ne vorrei riprendere qualcuna:
>
> - l'owner e/o moderatore della lista e' sempre il coordinatore, suppongo?
> - Chi fa da "portavoce" verso l'esterno? Sempre lui?
>
> A questo punto, il coordinatore viene a trovarsi con un insieme di
> impegni
> non indifferente.
> Proporrei quindi che alcuni compiti vengano svolti SEMPRE da
> coordinatore e vice-coordinatore;
> altri vengano svolti solo dal coordinatore e, solo in caso di suo
> impedimento, dal vice.
>
> Accettazione/cancellazione iscritti:
>
> - chi si iscrive alla lista comincia subito a partecipare alla
> discussione, per cui partecipa
> anche alla discussione sulla sua eventuale non accettazione; anzi,
> direi, DEVE partecipare
> o almeno dare un cenno di presenza, per assicurarsi che tale votazione
> non sia fatta
> adhoc in un periodo di sua assenza (art. 24 della costituzione italiana).
>
> - cancellazione dalla lista: come sopra.
>
>
> v.v.
>
>
>
> enzoviscuso a cheapnet.it wrote:
>
>>> v.v.
>>>
>>>
>>>> - Gli esterni potranno scrivere alla lista (con conferma e/o
>>>> moderazione)
>>>>
>>>>
>>> m.n.: Su questo punto, entrato e uscito dalle bozze nelle varie
>>> versioni, personalmente sarei
>>> per il no.
>>> Mi spiego: se qualc'uno vuole contribuire lo puo' fare con due
>>> approcci:
>>> 1) Intervento estemporaneo che non richiede risposta. Chiunque del
>>> gruppo puo' inoltrare la mail.
>>> 2) Vuole partecipare alla discussione: ma allora se contribuisce e
>>> discute fa parte del gruppo. No?
>>>
>>>
>> v.v.: Per un certo periodo, ita-pe veniva utilizzata dagli utenti come
>> "ufficio informazioni".
>> Se si vuole a mantenere questo "servizio", e se non possono scrivere
>> alla lista, occorre creare un indirizzo
>> di posta ad-hoc, e poi il coordinatore si ocupera' di inoltrare le
>> questioni alla lista (oppure rispondergli
>> picche se OT).?
>>
>>>
>>>
>>>> e.v.: - La lista sara' pubblicamente accessibile, come adesso?
>>>>
>>>>
>>> m.n.: Mi viene da rispondere si, certamente, ma forse non ho capito
>>> la domanda.
>>> Lo dico perchè c'e' un paragrafo che parla esplicitamente di
>>> pubblicità della discussione, del voto ecc. ecc.
>>> Quindi penso che tu ti riferisca ad altro.
>>>
>>>
>>
>> v.v.: E' scritto nel manifesto, ma volevo conferma.
>>
>>
>>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe