http://www.netregister.it/nainfo.htm

Marco Negri marco a INET.IT
Mer 18 Maggio 2005 18:51:52 CEST


Io c'ero e la storia  andata in modo diverso.
La Naming Authority c'e' stata NON per i motivi che dici tu, credimi.
C'e' stata perche' quando, giustamente, il CNR ha chiesto i soldi
per i domini la "conditio sine qua non" posta dai maggiori operatori
era quella di esternalizzare la Naming Authority. Era anche previsto un comitato
dei contributori con funzioni di controllo ma che non  mai decollato.

Per essere pignoli la cosa  avvenuta la seconda volta che hanno chiesto i
soldi, la prima  .... diaciamo che era una beta ;-)

Ciao
      Marco

---
Marco Negri
... Nothing Else


----- Original Message -----
From: "Control C" <master a chiari.net>
To: <ITA-PE a NA.NIC.IT>
Sent: Tuesday, May 17, 2005 8:26 PM
Subject: http://www.netregister.it/nainfo.htm


> Stracarissimo Eusebio,
>
> compulsate le carte, e' sicuro come la fame che la Naming Authority c'e'
> stata perche' Trumpy ha detto - ok, proviamo anche questa: non c' era
> ovviamente altro modo che il consenso del delegato del country code per
> impiantare questa faccenda.  E da parte tua mi concederai il sospetto
> che per il 6523, x500, il directory service, i wg che hanno lavorato per
> far girare iso su tcp-ip , il semantic web, (e forse pure gli attuali
> disegni di mettere icann sotto la cappella di ITU) c'e' appunto una
> directory. Chiamala come vuoi, di nicchia, obsoleta, "archivio storico"
> ... a proposito, a occhio e croce http://www.netregister.it/nainfo.htm
> mi sembra un mirror di http://www.nic.it/NA/nastory.html :-)
>
> Giorgio
> :::::::
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe