Partita CR chiusa

Lapo Sergi lapo.sergi a QUIXE.IT
Mer 25 Maggio 2005 15:56:54 CEST


> Non capisco perche' improvvisamente si parla di 'partita chiusa'.
> Cosa mi sono perso?

Decisionismo spicciolo e alcune affermazioni discutibili e proditorie.

Manifesti a parte, credo che se il CR ha aspettato sinora, può aspettare
sino alla prossima assemblea (duplice) conclusiva della NA e re-istitutrice
del gruppo ITA-PE.

Affermazioni come quella di Claudio (... "aspettiamo a vedere in che cosa si
evolve" ...) mi sembrano superflue: ita-pe non è e non può  certo essere cio
che era prima della NA, nè una cosa totalmenete diversa dalla NA. E' a mio
parere un luogo virtuale dove si incontrano opinioni  interessate - senza
essere necessariamente parti in causa - all'evolversi del TLD "it".
Ita-pe siamo noi e Claudio, se non altro per averci presieduto per diversi
anni, dovrebbe conoscerci. Non siamo una lobby (pardon. costituency)
propriamente detta e questo è il pregio, non il difetto. Spero non sia
l'ennesimo tentativo di mantenere fuori una voce dal coro: credo che la NA
non vada dimenticata nè sorvolata, anche se ora le sue funzioni sono
deputate al CR.

Innanzitutto perchè è testimonianza dell'approccio democratico passato alla
messa in opera delle Regole di Naming, purtroppo superato in favore di un
lobbismo all'americana che se da un lato tutela maggiormente coloro che
traggono interesse economico dalla registrazione dei domini "it", dall'altro
rappresenta poco o nulla l'utente finale ossia il registrante. Non ditemi
che l'utente finale è rappresentato da ISOC poichè - per quanto ne faccia
parte - scorrendo la lista dei soci ne trovo pochi che non traggano
interesse dalla registrazione dei domini come imprenditori, dipendenti,
ricercatori, legali ed altro. La maggior parte di noi guadagna tutta o parte
della sua pagnotta "spippolando attorno al dns".

Insomma, un rappresentante ita-pe, intesa come ex-NA (parlare solo di
italia - posta elettronica mi sembrerebbe molto riduttivo) lo vedo benissimo
nel CR.

Mi candiderei volentieri anch'io (anzi, l'avevo già fatto molti mesi fa)
che non sono MNT come scrisse qualcuno, nè AVV come scrisse qualcun'altro,
sicuramente molto utente (e dunque vassato dalle categorie di cui sopra) ma
purtroppo inesorabilmente trombato in qualsiasi elezione, a partire dal CE
2002 ed anche la mia precedente autocandidatura non ha suscitato allora la
benchè minima reazione della lista.

Peccato, mi piacerebbe essere rappresentativo, evidentemente non lo sono ed
allora, dopo aver constatato che Maurizio Codogno, pur godendo della mia ed
altrui fiducia, proprio non intende partecipare al CR nè continuare
l'avventura NA (a meno che non abbia capito male), sono favorevole ad
accogliere qualsiasi candidatura purchè il posto in CR venga occupato, non
tanto perchè sia "una poltrona in più" per qualcuno (sulla quale c'è chi sta
già speculando per farci sedere il proprio pupillo, n.d.r.)  ma perchè i
colpi di spugna sulla storia non mi sono mai piaciuti e sino ad un anno fa
(lo dimostra il MoU) mai e poi mai si sarebbe pensato ad un CR che non
rappresentasse al suo interno anche la NA/ITA-PE, almeno per continuità.

Poi il tempo passa e ci si dimentica da dove si viene, talmente presi da
dove si sta andando. Il CR sta probabilmente lavorando bene (per quello che
se ne sa), con un elemento in più in nostra rappresentanza lavorerebbe molto
meglio.

Saluti

Lapo Sergi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe